Pamela, tenta il suicidio la compagna di Oseghale: si taglia la gola con un coltello da cucina

domenica 17 marzo 11:51 - di Redazione

Si riempie di un nuovo tassello la tragica vicenda della morte di Pamela Mastropietro. Ha tentato il suicidio la compagna di Oseghale. A darne notizia il sito della trasmissione Quarto Grado. La donna , che si trovava nella sua stanza, in un appartamento a Piediripa, in provincia di Macerara, si è procurata un taglio al collo con un coltello da cucina. A dare l’allarme è stato un suo conoscente che si trovava con lei. Mercoledì scorso aveva accusato un malore che le aveva impedito di testimoniare al processo in svolgimento in Corte d’Assise a Macerata per il delitto di Pamela Mastropietro. Alla base del gesto ci sarebbe la depressione che ha colpito la donna dopo che i due figli, nati dal rapporto con Oseghale, sono stati affidati a due famiglie. Ora è ricoverata in Ospedale, le sue condizioni sono stazionarie.

Oseghale sotto torchio

Per l’ efferato omicidio d Pamela è in carcere Innocent Oseghale, mentre per Lucky Awelima e Desmond Lucky sono cadute le accuse sul caso e rimangono quelle per spaccio di eroina. Il nigeriano, in carcere a Marino del Tronto, è sotto processo e in questi giorni si stanno svolgendo udienze con testimoni chiave, tra cui il ‘tassista’ che lo accompagnò nel posto dove poi il migrante abbandonò le valigie.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi