Macron utilizza Fazio per farci la predica: «No ai nazionalismi». È la pagina più brutta della Rai

domenica 3 marzo 23:21 - di Aldo Di Lello

La risposta alle paure dei cittadini «non è l’Europa dei nazionalisti contro i quali mi batterò con forza,  perché credo che ci riporterebbero indietro». È questa frase  il cuore dell’intervista rilasciata  da Emmanuel Macron a un Fabio Fazio che lo ascoltava con atteggiamento adorante. Il tutto è avvenuto davanti ai telespettatori di Che tempo che fa  domenica sera su Raiuno. Ci troviamo di fronte alla pagina più brutta della Rai (naturalmente parliamo degli anni recenti): non s’è mai visto il leader politico di un Paese lanciare un chiaro messaggio di delegittimazione ai leader di un altro Paese utilizzando la tv di Stato di quello stesso Paese. È qualcosa di  inaudito, segno inquietante dei “potentati” che non si riesce a demolire dentro la Rai. E non c’dubbio che uno dei potentati più inamovibili si chiami per l’appunto “Fabio Fazio”.

E il neocolonialismo francese in Africa?

E non vengano  a raccontarci frottole: le frasi “alate” con le quali Macron ha condito  la sua stroncatura politica non incantano nessuno. Il riferimento al “nazonalismo”  è un chiarissimo messaggio contro Salvini e i sovranisti italiani. E viene da ridere al pensiero che, se c’è qualcuno che sta perseguendo una politca  nazionalistica (nel senso della cura gretta degli interessi di bottega) questo qualcuno è proprio Macron, come Giorgia Meloni ha denunciato  nei giorni scorsi  a proposito del neocolonialismo francese in Africa. Inutile rilevare che l’ “adorante”  Fazio s’è ben guardato dal porre al suo illustre interlocutore una simile obiezione.

Macron ci prende anche in giro sui migranti

Il resto del discorso di Macron non è altro fuffa propagandistica e  indorameneto di pillola (amara), come quando dice che «rispettando l’identità e lo  spirito dei nostri popoli, dobbiamo costruire un’Europa forte,  un’Europa sovrana sul piano della difesa, della politica di sicurezza, del clima, dell’energia, per parlare sia ad americani che a cinesi». Si tratta di un solenne proclama che non costa nulla.  E Macron ci prende anche in giro quando afferma che «a volte non c’è stata abbastanza solidarietà da parte dell’Europa» all’Italia in fatto di migranti. E già, ma si dà il caso che  è stata proprio la Francia, la “sua” Francia a incarnare questo modello di egoismo che ha penalizza  l’Italia. E anche qui il solerte e ossequioso intervistatore s’è ben guardato dal far rilevare la contraddizione . Insomma, domenica  sera abbiamo assistito a una brutta pagina televisiva, pagata dai contribuenti italiani.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • nathalie 6 marzo 2019

    Basta Macron

  • Laura 4 marzo 2019

    mi sento fortemente umiliata che sia stato dato questo spazio ad uno strafottente Macron ed ancor peggio che gli sia stato riservato da una rete televisiva di stato, pagata dagli italiani che lui deride e delegittima. Che tipo di fogna è diventata questa nostra Italia?

  • Francesco Paolo Sebastio 4 marzo 2019

    Quando Trieste era territorio libero molti comunisti la avrebbero voluta sotto Tito,con la Jugoslavia, ma sotto un partito fratello e non italiana,ma filooccidentale
    La sinistra italiana è sempre a rimorchio di qualcuno. Peccato

    • Francesco Storace 4 marzo 2019

      Risposta esatta

  • Anacreonte La Mantia 4 marzo 2019

    L’atteggiamento servile di Fazio davanti a Macron che “sparla” del e sul nostro governo è di una gravità inammissibile. I vertici della Rai dovrebbero prendere severi provvedimenti nei confronti di questo facinoroso conduttore, nemico dell’Italia.

    • Francesco Storace 4 marzo 2019

      Dici che lo faranno?

  • Andrea Gasparrini 4 marzo 2019

    Fazio è la punta di diamante del robusto sistema di propaganda della sinistra in Rai, è il cavallo di battaglia della intellighenzia comunista venduta a Soros e addestrata a screditare l’Italia in nome dell’immigrazionismo senza regole, è il paladino delle bugie e della stupidità fatte a politica, senza vergogna e senza remore.
    E, come ha scritto benissimo Aldo di Lello nel suo bell’articolo, questa volta il nostro canone lo ha usato per permettere ad una specie di tiranno di farci una lezione di morale e di delegittimare il nostro governo facendogli usare la nostra TV di Stato!!! Un’azione gravissima!

    • Francesco Storace 4 marzo 2019

      Giro a Di Lello i meritati complimenti

  • francoilfranco 4 marzo 2019

    Fabio Fazio cerca di dare un assist ai suoi kompagni a dispetto del fatto che:
    1)non e’ pagato per fare politica;
    2)non puo’ con le sue scelte permettere che qualcuno critichi il governo Italiano e chi lo ha DEMOCRATICAMENTE eletto.
    Che la Rai intervenga! Che le istituzioni si facciano sentire! E’ vilipendio all’informazione! Oltraggio! Non se ne puo’ piu’ di questi soprusi perpetrati ai danni di chi paga il canone!!! Cacciatelo e mandate in onda programmi divertenti che allietino le serate senza dover sentire le stupidaggini sue, quelle della Lettizzietto e dei quei quattro fessi ospiti fissi.
    Propongo al limite una rete televisiva finanziata interamente dai kompagni e non dagli Italiani tutti.

    • Francesco Storace 4 marzo 2019

      e poi mica deve fare l’ambasciatore…

  • Bianca 4 marzo 2019

    Ha ragione questo governo via Fabio Fazio dalla Rai naviga contro tutti noi.Ci ha messo in ridicolo verso gli altri partner europei…vergogna vergogna Fazio vivi con i ns soldi mentre tutti noi fatichiamo duramente a soppravivere.

    • Francesco Storace 4 marzo 2019

      e’ insopportabile

  • Luca Granelli 4 marzo 2019

    Bell’articolo, complimenti, osservazioni precise e senza rancori. Fazio è bella persona e talentuoso professionista, purtroppo si è venduto, e dispiace. Un conto è il didaccordo con il governo, la sua linea e ci sta pure l’antipatia per Salvini e Di Maio,..la libertà di antipatia è sacra. un conto è fare il tirapiedi di un Macron in difficoltà pure a casa sua che rappresenta un miserabile 24 per cento di consensi di chissà chi lo ha votato e che rappresenta un modello di potere elitario che la maggioranza aborrisce ormai anche in Francia oltre che da noi. Fazio l’ha fatta fuori dal vaso….Ciao Fabio..stavolta dovevi star fermo 🙂

    • Francesco Storace 4 marzo 2019

      bravo Luca