La Annunziata dà quasi per morto Berlusconi: «Sta male, non si candiderà». La smentita: «Falsità»

giovedì 28 marzo 17:43 - di Monica Pucci

L’attacco dell’articolo di Alessandro De Angelis, vicedirettore dell’Huffington Post di Lucia Annunziata (che proprio ieri ha rifiutato la candidatura alle Europee offertale da Nicola Zingaretti), è quantomeno malizioso. Si parla di “capezzale”, di salute precaria, di brodini, ma anche di “dolci compagnie”, come ai bei tempi. L’immagine che restituisce l’articolo è di un Silvio Berlusconi alla frutta, contornato dai suoi “futuri becchini”, solo politici, si spera. Ma la metafora è funerea, come quella del “capezzale” dove – scrive il giornale on line – «sono andati a trovarlo in parecchi perché il povero Berlusconi, ultimamente, non sta tanto bene». «La scorsa settimana è stato operato d’urgenza per ernia, qualche settimana prima invece si è ricoverato, sempre d’urgenza, al San Raffaele, dopo che la glicemia ha toccato il picco di 800. Alto rischio, per intenderci. E lì è rimasto per giorni, attaccato a una flebo, in attesa che si ristabilissero valori normali. Accade così, a una certa età, con una vita sregolata. Perché l’uomo non ama stare a casa con un libro e un brodino. E ha ricominciato a frequentare la divertente compagnia che la sera si ritrova a Villa Maria, dove era stata confinata la Pascale, tornata assai in auge nel favoloso mondo berlusconiano, assieme all’altra “badante” dei tempi d’oro, Maria Rosaria Rossi. Un dolcetto in più, un bicchierino d’amaro o grappa, una notte passata fuori e ti ritrovi attaccato a una flebo…».

De Angelis definisce il proprio un articolo “un viaggio nel regno in decadenza” con il Cavaliere circondato da “gente che ha sempre avuto l’abitudine di smentire le notizie vere”, come l’avvocato Niccolò Ghedini e la Gelmini, quelli che vogliono  perorare la causa della “rottura totale con Salvini”, la fine alle alleanze in tutte le giunte del Nord. Il giornale di Lucia Annunziata riconosce – almeno questo -che “all’uomo la testa funziona ancora, e non gli suonava tanto il ragionamento di fare, questa l’espressione molto usata da quelle parti, una nuova traversata nel deserto. «È il girotondo – segnatevi questa previsione – in cui i laudatores di oggi saranno i becchini di domani…». La previsione finale del funereo articolo dell’Huffington Post è che Berlusconi  non potrà candidarsi alle Europee: «Marina in questo momento è più sulla posizione del “papà, fai tu quel che ti senti di fare”. Nel rapporto con Salvini, ma anche più in generale sulla candidatura alle Europee che, in queste condizioni fisiche, non è proprio consigliata. Però il vecchio Silvio è convinto, per tutta una serie di motivi, nobili e meno nobili….». Un bollettimo medico (e politico) non gradito dal diretto interessato.

Parole sulle quali si abbatte la secca smentita, con minaccia di querela, di Forza Italia: «Se la ricostruzione dell’Huffington Post riguardo lo stato di salute del presidente Silvio Berlusconi mi lascia incredula, mi lascia ancor più esterrefatta l’inattendibile descrizione delle presunte responsabilità. Stando a quanto me noto, nella sua residenza privata di Villa Maria, il presidente Berlusconi segue una dieta prescritta dal prof. Alberto Zangrillo , svolge attività fisica e l’unica compagna, e non compagnia, è quella della signora Francesca Pascale», afferma la senatrice di Forza Italia Mariarosaria Rossi. «Pertanto -aggiunge- quanto riportato nell’articolo non solo è falso, ma ha anche il preciso intento di screditare le persone menzionate e di ledere l’immagine di un leader in corsa per le prossime elezioni europee. Confermo pertanto l’intenzione di conferire pieno mandato ai miei avvocati per tutelarmi in qualsiasi sede».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza