Impresa Juve, i tifosi inondano facebook: entusiasmo, lacrime di gioia e canti

mercoledì 13 marzo 10:30 - di Paolo Sturaro

«Il mio piccolino ha pianto perché ho gridato troppo! Ma un giorno, come è successo a me 35 anni fa, capirà anche lui». È uno dei tanti, tantissimi commenti che appaiono su fb nella pagina della Juve. L’impresa, tutti parlano dell’impresa. Di Ronaldo che segna una tripletta. Di quel che è accaduto all’Allianz Stadium, di quel tre a zero che ha consentito ai bianconeri di cancellare l’Atletico Madrid e volare ai quarti di finale di Champions. Armando L.C. ricorda: «Il 12 marzo di 98 anni fa nasceva Gianni Agnelli, grazie presidente». Federico C. scrive canticchiando sulle note di Giusy Ferreri: «Cercavo un fuoriclasse e han comprato il re, col tiro cosi forte, sfonda tutte le porte, ha il 7 sulla schiena, un sogno che si avvera in maglia bianconera». Anche gli avversari plaudono. Giuseppe R. scrive: «Premetto che sono interista, però ho visto la partita e la Juventus ha strameritato di qualificarsi. Se siamo una paese onesto, ogni società di serie A – dall’Inter al Milan alla Roma – dovrebbero fare un tweet di complimenti».

Impresa Juve, l’Atletico
travolto con il 4-3-3

Dopo aver chiuso in vantaggio 1-0 il primo tempodella gara di ritorno degli ottavi grazie al gol segnato da CR7 al 27esimo di testa su un cross di Bernardeschi, a inizio ripresa (48′) l’attaccante portoghese ha firmato prima la doppietta su assist di Cancelo e poi la tripletta all’86’ su un rigore concesso per un fallo su Bernardeschi che, dopo una strepitosa azione, è stato toccato in area da Correa. Rigore confermato dal Var: Ronaldo non ha sbagliato e ha chiuso la serata perfetta per Allegri e tutta la Juventus. Tre settimane fa, al Wanda Metropolitano di Madrid, i bianconeri avevano incassato un 2-0 dalla squadra di Simeone. La Juve era quindi chiamata a una rimonta storica nel match di ritorno degli ottavi e così è stato. Per farlo Allegri ha scelto il 4-3-3 e in attacco ha schierato a inizio match Bernardeschi, Mandzukic e Ronaldo. A centrocampo Emre Can, Pjanic e Matuidi. Sugli esterni Cancelo e Spinazzola con Chiellini e Bonucci al centro della difesa. Simeone ha risposto con il 4-4-1-1 con l’ex bianconero Morata punta avanzata con Griezmann poco dietro. Sugli esterni Koke e Lemar con Rodrigo e Saul in mezzo al campo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *