Gasparri: «Magistratura democratica, solo strepiti su razzismo e legittima difesa»

venerdì 1 marzo 16:07 - di Liliana Giobbi

«Al congresso di Magistratura democratica se ne sentono di tutti i colori. Forse avrebbero dovuto consentire al pubblico di entrare a pagamento. Varrebbe la pena in effetti di acquistare un biglietto per vedere un film così vecchio e raro». Ad affermarlo è il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri. «Sortite contro presunte ondate razziste e xenofobe, strepiti contro le norme sulla legittima difesa, denuncia di strappi alla Costituzione da parte di esponenti delle istituzioni, contestazioni di ogni tipo e genere. Sembra veramente un film del passato, che racconta un’Italia incredibile che speriamo si trovi soltanto negli archivi e non nella realtà contemporanea».

Gasparri: meglio se ci chiedevano
di acquistare il biglietto

«Ci sono tutti. E dicono di tutto. Anche Nello Rossi, esponente storico di quella corrente fa risentire la sua voce. Mai un’autocritica sui tanti errori fatti, mai un’autocritica per il ruolo politico e improprio che troppi togati, non solo di Md in verità, hanno svolto. Se ci avessero detto di acquistare un biglietto – aggiunge Gasparri – saremmo andati a vedere a pagamento uno spettacolo di questa natura. Complimenti e applausi. Peccato che poi, tutti questi signori, finito il congresso, tornano a svolgere la loro funzione. E con loro i cittadini devono fare i conti. Che tristezza. A Nello Rossi  -conclude Gasparri – diciamo che poi, per quanto riguarda il caso Diciotti, al Senato c’è chi ha tenuto la barra dritta. Abbia rispetto per le Istituzioni. Chieda a qualche parente come sono andate le cose al Senato. Lui conosce bene i nostri uffici».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • michela 2 marzo 2019

    magistratura democratica è al soldo di D’Alema e non solo quella…..Stiamo attendendo il ritorno del PD D’Alemiano che ha dato la zampata a Renzi…Prodi, Bersani, Giachetti, il graziato Zingaretti, (dai magistrati D’Alemiani nonostante sia indagato) etc…