Famiglia, Calenda contro Meloni: «Sei la versione burina del Kkk». La replica lo asfalta

martedì 19 marzo 15:31 - di Corrado Vitale

«Sei la versione burina del Kkk»: l’ex ministro Carlo Calenda va fuori di testa e attacca in modo scomposto e immotivato Giorgia Meloni. È evidente che la lontananza dai luoghi di potere stia giocando un brutto scherzo all’alto dignitario piddino, mandandolo in crisi di astinenza e facendolo sragionare. Il buffo della vicenda è che Calenda attacca la Meloni, non per difendere il Pd, ma il M5S. E con ciò l’ex ministro offre il fianco  a un micidiale colpo di risposta da parte della leader di FdI: l’esponente del Pd è così ansioso di tornare al governo che già corre in difesa del possibile alleato pentastellato?

Il tweet di Meloni, l’attacco di Calenda, la fulminante risposta

Tutto comincia con un tweet della Meloni : «M5S diffonde fake news sul congresso @wcfverona, sostenendo che sia contro la libertà delle donne. Dichiarazioni ridicole senza alcun riscontro. Loro invece sono per la droga libera, la propaganda #gender, i matrimoni misti: praticamente una comitiva di #punkabbestia al governo».  Calenda legge il messaggio e attacca a testa basta, prendendo a pretesto un’espressione poco chiara: «Ma ti sei bevuta il cervello? I matrimoni misti! Cosa sei la versione burina del Kkk. Prenditi una pausa. Lunga».   Non si fa attendere la risposta, fulminante, di Giorgia Meloni: «Mi riferivo alla proposta di Sibilia sui matrimoni di gruppo e tra specie diverse. Misti non è la parola giusta. Poi non so cosa c’entri “burina”, cafone.Evidentemente ormai siete già alla fase in cui vi sbracciate per difendere i grillini nella speranza di tornare al governo». Già, la voglia di potere sta proprio dando alla testa  a Calenda & Compagni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • sergio 20 marzo 2019

    Calenda? Ma chi cazzo è!

  • Giuseppe Tolu 20 marzo 2019

    Calendario? La versione sinistroide dei mentecatti rossi

  • In evidenza