Dal 4 al 7 aprile torna “NapoliCittàLibro”, la sfida meridionalista al salone di Torino

sabato 9 marzo 15:09 - di Lucio Meo

Raffaele La Capria, forse il più importante scrittore napoletano vivente, Jhumpa Lahiri, Premio Pulitzer, il giallista Gianrico Carofiglio, l’autore e scrittore Francesco Piccolo, ma anche personaggi come Pippo Baudo, Rita Dalla Chiesa, Cinzia Leone, Luisa Ranieri. Con loro, decine di piccoli autori in cerca di lettori e tante occasioni per mettersi in vista.

Con l’obiettivo di creare un’alternativa “meridionalista” al salone di Torino, torna l’appuntamento napoletano con i libri, i dibattiti, la cultura. Dopo l’edizione inaugurale del 2018 con i suoi 20.000 visitatori, arriva la seconda edizione del Salone del Libro e dell’Editoria di Napoli, dal 4 al 7 aprile 2019, nella suggestiva sede di Castel Sant’Elmo, al Vomero:  “NapoliCittàLibro”, promossa dall’Associazione Liber@Arte, in collaborazione con il Centro per il libro e la lettura e il Polo Museale della Campania, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ha scelto quest’anno il tema “Approdi. La cultura è un porto sicuro”.

Nei quattro giorni di svolgimento, il Salone del Libro e dell’Editoria di Napoli proporrà un programma articolato in format e iniziative che coinvolgeranno il pubblico a livelli e con toni diversi. Ulteriori eventuali format saranno decisi sulla base delle proposte pervenute dagli editori. Inoltre sarà dato spazio nel programma a partner produttori di contenuti, istituzioni culturali. «Quest’anno – spiega Diego Guida, presidente nazionale del gruppo Piccoli editori di AIE, Associazione Italiana Editori, (nella foto al centro, tra gli editori Polidoro e Rogiosi) arriveranno a Napoli tutti i big nazionali dell’editoria e la loro presenza, unita a quella dei tanti piccoli e medi editori nazionali, campani e napoletani, costituisce un fattore decisivo nel definire quello che è l’ambizioso obiettivo di NapoliCittàLibro: restituire alla città un ruolo strategico sulla mappa dell’editoria e della cultura in Italia. “NapoliCittàLibro” vuole essere il grande Salone del Libro e dell’Editoria da cui parta la riscossa del Mezzogiorno».

Ed è proprio sul Mezzogiorno da far rinascere con investimenti e progetti, ma anche su banche, finanza, etica dell’economia e sulla tutela del risparmio che si incentra uno dei volumi di punta di Guida Editori che sarà presentato il 5 aprile al Salone, “Il salvadanaio – Manuale di sopravvivenza economica” di Riccardo Pedrizzi, ex senatore di An, già presidente della Commissione Tesoro e Finanze di Palazzo Madama. Interverranno Costanzo Jannotti Pecci, vice presidente dei Cavalieri del Lavoro, Luciano Schifone, presidente Centro Studi la Contea, Umberto Ranieri, presidente della Fondazione Mezzogiorno/Europa con esponenti dell’Ucid (Unione cristiana imprenditori e dirigenti) di cui Pedrizzi è segretario.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi