Archiviazione Frongia, Mollicone: «Bene, ma diamo a Roma una giunta seria»

venerdì 29 marzo 11:33 - di Mia Fenice

«Bene l’archiviazione di Frongia. Roma ha una ferita in meno, dopo anni di malgoverno e inchieste giudiziarie. La giustizia faccia il suo corso». Federico Mollicone, deputato di Fratelli d’Italia commenta il caso dell’assessore pentastellato Daniele Frongia. La procura ha infatti chiesto l’archiviazione: non ci sono elementi per procedere e Frongia può tornare in Campidoglio da assessore allo Sport. Indagato per corruzione, nell’ambito dell’inchiesta sullo Stadio della Roma, uno dei più fedeli e fidati collaboratori del sindaco Virginia Raggi, aveva deciso di autosospendersi dal Movimento e rimettere la carica ricoperta fino a quando la sua posizione non si fosse chiarita. La notizia che lo vedeva indagato era arrivata a 24 ore dall’arresto del presidente d’Aula, Marcello De Vito, provocando un vero terremoto a Palazzo Senatorio. Ma le due vicende giudiziarie, per quanto entrambe legate all’affaire sullo Stadio di Tor di Valle, viaggiavano su binari diversi. «Le intercettazioni sul caso De Vito – osserva Mollicone – però, evidenziano l’esistenza di un sottobosco inquietante fatto di relazioni poco trasparenti, soldi e potere. È tempo di dare alla città una giunta che governi in maniera responsabile. Non siamo in una puntata di Suburra».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza