A Verona le femministe cantano “Bella Ciao” per dire no alla famiglia (video)

sabato 30 marzo 13:51 - di Sara Gentile

Bella Ciao è diventata l’inno ufficiale della sinistra. Ormai la cantano tutti dagli esponenti del Pd alla sinistra estrema e ai centri sociali. Alcuni l’hanno cantata anche in chiesa. Nella lunga lista di chi l’ha usata a  proprio uso e consumo ci sono anche gli immigrati che l’hanno intonata nelle manifestazioni contro Salvini. Per non parlare poi di maestre e professori “super partes” che la insegnano agli studenti e anche ai bambini delle elementari. Ed è la colonna sonora immancabile di tutte le manifestazioni della sinistra. Non manca mai. Così anche oggi l’inno dei partigiani è risuonato a Verona. Uno sparuto gruppetto di donne, che ha partecipato alla manifestazione contro il congresso delle famiglie, tra slogan femministi e vetero-comunisti, si è aggrappato alla scontata Bella Ciao.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • NESTORE 30 marzo 2019

    FEMMINISTE, POVERINE INSENSIBILI.

  • In evidenza