Sondaggio Ipsos in Emilia Romagna, vola la Lega, crolla il Pd: pure le roccaforti rosse scaricano i dem

mercoledì 6 febbraio 13:39 - di Lara Rastellino

Incognita Regionali per il Pd: e ora il Carroccio punta alla conquista delle città rosse, storiche roccaforti dell’Emilia Romagna operaia. Si parla di Ferrara, Modena e Forlì, centri nevralgici che l’ultimo sondaggio dell’Ipsos in Regione dà quasi già per espugnati dal partito capitanato da Matteo Salvini. Un’incredibile inversione ad u con svolta verso il centrodestra, che emergerebbe dall’indagine demoscopica riportata in queste ore, tra gli altri, da Libero e da Il giornale

Il sondaggio Ipsos in Emilia Romagna: crollo in picchiata del Pd a favore del Carroccio

Secondo l’ultimo sondaggio dell’Ipsos in Emilia Romagna la Lega conquista la fiducia del 23% degli elettori, lasciando indietro Pd e M5S. E ora il Carroccio punta a strappare le città rosse alla sinistra che Il Corriere della sera edizione di Bologna descrive come «deluse» e, soprattutto, pronte «a scommettere sulla Lega per il futuro del Paese, a partire dalla prossime elezioni europee di maggio». Una strada in discesa, quella che il sondaggio intravede per la Lega, con «la fiducia nel partito guidato da Matteo Salvini» che a detta del servizio del Corriere «arriva infatti al 23% in quella che per decenni è stata la «rossa» Emilia-Romagna. Considerando che alle Politiche dello scorso marzo la Lega era arrivata in regione al 19,2%, è indubbio che il Carroccio non ha ancora fermato la sua avanzata lungo la Via Emilia». Un’avanzata leghista riassunta nella Regione in un dato che, al momento, sembra discostarsi davvero di una virgola rispetto a quello nazionale. Insomma, percentuali e percentili a parte, quello che è certo, millesimi e differenziali a parte, è che anche nelle roccaforti della sinistra, come l’Emilia Romagna, ad imporsi nei sondaggi, è la Lega di Matteo Salvini che continua ad impossessari di voti che arrivano dal crollo in picchiata del Pd e dall’insoddisfazione maturata nei confronti dei grillini, a discapito delle aspettative nutrite fin qui. E allora, come riferisce il Corriere e rilancia Il Giornale, «il Pd, che nel marzo scorso aveva ottenuto il 26,4 per cento delle preferenze, crolla invece al 17 per cento».

Secondo l’indagine La Lega strapperebbe al Pd 3 roccaforti rosse: Ferrara, Modena, Forlì

Dunque gli emiliani premiano l’azione di governo? Neanche per sogno: soddisfazione e fiducia non vanno spalmate sull’intera maggioranza ma quasi esclusivamente verso il Carroccio. Come spiega l’indagine riportata dal Corriere, infatti, «anche i grillini scendono al 15 per cento perdendo il primato nella regione e tra i leader della compagine governativa Salvini conquista il cuore del 42 per cento degli elettori, battendo Luigi Di Maio, che si ferma al 37 per cento. Per il 44 per cento degli emiliani, inoltre, la Lega starebbe facendo meglio del Movimento 5 Stelle». Forbici e variazioni dell’ultimo minuto a parte, allora, se questi numeri venissero confermati alle prossime amministrative la Lega potrebbe conquistare diverse roccaforti rosse da anni – troppi anni? – in mano alla sinistra. Una possibilità che per Libero potrebbe riguardare almeno tre capoluoghi di regione che, sondaggio alla mano, sarebbero pronti a invertire la rotta Ferrara, Modena e Forlì. E forse, il fatto che nella città estense il Pd non abbia  ancora espresso il suo candidato e che, contemporaneamente, gli esponenti leghisti in zona continuano a macinare consensi sui punti cardine dell’agenda del Carroccio – sicurezza, immigrazione, lavoro – confermerebbe l”ipotesi di una imminente debàlce del Pd in quella che un tempo era la rossa Emilia, e che ultimamente sembra voler optare più sui toni del verde…

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza