Rapinato da un marocchino con uno spray al peperoncino, 24enne si suicida

martedì 26 febbraio 13:42 - di Redazione
La caserma dei carabinieri di San Donato Milanese

Si è suicidato dopo aver subìto una rapina da parte di un marocchino con cui aveva un appuntamento, che gli ha strappato una catenina d’oro. E’ accaduto a San Donato Milanese, in provincia di Milano. Un ragazzo di 24 anni, nel pomeriggio di ieri è stato rapinato da un marocchino che gli ha strappato la catenina d’oro che il giovane portava al collo.

Tutto è iniziato attorno alle 17 quando il giovane ha incontrato il marocchino. Che, dopo avergli spruzzato in faccia uno spray al peperoncino per stordirlo, gli ha strappato la collanina d’oro che il ragazzo indossava.

Il ventiquattrenne, dopo aver subito la rapina, ha denunciato l’episodio ai carabinieri, accompagnato dal padre. Ha formalizzato una denuncia in caserma. Ed è poi ritornato a casa dove abitava con i genitori a San Donato Milanese, nell’hinterland di Milano.

Pochi minuti dopo, proprio i carabinieri di San Donato Milanese, grazie alla descrizione del rapinatore fornita dalla vittima, sono riusciti a bloccare il responsabile, un marocchino di 25 anni, pregiudicato e senza fissa dimora, recuperando anche il provento della rapina.

Nel frattempo il 24enne è tornato a casa, dove abitava con i genitori, in viale Alcide De Gasperi. Ha cenato assieme a loro. E, poi, dopo aver urlato loro «vi voglio bene» si è gettato dal balcone dell’appartamento al secondo piano.
Immediato l’intervento del 118. Ma la corsa all’ospedale è stata inutile. Il 24enne vi è giunto oramai senza vita.

Ora i carabinieri, di fronte ai quali il giovane aveva sporto denuncia, stanno indagando per cercare di capire se vi sia un collegamento fra la rapina e il successivo suicidio del ventiquattrenne

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *