Rai, Paterniti: «Al Tg3 racconteremo la fake news del giorno». Dal 1° aprile la nuova striscia

mercoledì 27 febbraio 15:46 - di Adriana De Conto

Una striscia quotidiana dopo il Tg3 dal primo aprile puntato sull’Europa in vista del voto. Particolare attenzione ai social e ai giovani: parola della direttrice del Tg3, Giuseppina Paterniti nel corso della sua prima audizione davanti alla bicamerale, dove ha parlato anche della sua esperienza di corrispondente da Bruxelles durata 8 anni. Il progetto è importante: «Per questo abbiamo deciso di formare tutti i giornalisti – racconta Paterniti – E abbiamo già fatto un corso e altri ne seguiranno, approvati dall’ordine. Un corso di 8 ore di formazione per permettere a tutti i colleghi di capire il linguaggio della rete ma al tempo stesso anche di scovare le chiavi di lettura per individuare quelle che sono le fake news». »L’idea sarebbe quella di arrivare entro breve tempo – spiega la Paterniti – alla formula che usano già diverse televisioni europee e cioè quella di affidare al collega in studio, a fine telegiornale, il compito di far vedere qual è la fake news del giorno, mostrando la foto e facendo capire come è stata manipolata. Lo fa già France Televisions».

«La sera del voto europeo saremo a Bruxelles»

«Tutti i colleghi racconteranno come si trova lavoro in Estonia – ha continuato la Paterniti – come sono aiutate le famiglie in Spagna e tante altre cose per far comprendere una realtà un po’ impegnativa, ma al tempo stesso anche spesso sconosciuta. La dimensione europea è una dimensione che probabilmente trova più sensibili i giovani oggi. Proprio per questo aiutare a capire come le realtà dei singoli paesi europei non sono poi così lontane rispetto ai problemi quotidiani che si ritrova un italiano, probabilmente può aiutare a comprendersi, può avvicinare». Ci sarà una prima serata su Rai3. «E poi faremo un Telegiornale la sera delle elezioni direttamente dal parlamento europeo, tutta l’edizione delle 19 con una serata speciale in ping pong tra Bruxelles e Roma».

Un progetto di cui c’era bisogno e non soltanto in chiave europea. Neanche a farlo apposta, la fake news del giorno oggi viene da Reggio Emilia dove un deputato della Lega ha lanciato una notizia sui social rivelatasi poi una fake.  Gianluca Vinci ha dato l’ allarme di una sparatoria in una pizzeria di Reggio Emilia  ma si trattava di una bufala. Le forze dell’ ordine sono state tempestate di telefonate da cittadini spaventati per aver letto il post su Fb ma dai controlli della polizia nella zona non è emerso nulla.  La gara a spararla grossa fa danni a tutti. Ben venga un progetto che in tempi di post verità aiuterà a irrobustire le difese immutitarie dei più giovani dalle notizie false.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi