Processo sì, processo no. Salvini: «Tranquilli, il governo non rischia comunque»

lunedì 18 febbraio 9:47 - di Stefania Campitelli

Riflettori puntati sul voto online della base grillina sull’autorizzazione a procedere per Salvini, accusato di sequestro della nave Diciotti. Il vicepremier leghista non teme contraccolpi sulla tenuta dell’esecutivo. «Per me il governo non rischia, a prescindere da come vada», dice intervistato da Repubblica  proposito del via libera o no al processo nei suoi confronti. In un tweet  Salvini si mostra tranquillo augurando ai suoi followers serenità, sullo sfondo il mare della Sardegna: un riferimento al  voto di domenica prossima.

Conte e Di Maio indagati? «È la conferma che abbiamo agito tutti insieme – dice il ministro dell’Interno – io mi auguro che anche loro si avvalgano del giudizio parlamentare perché sarebbe assurdo se ci fossero due trattamenti distinti per il ministro dell’Interno, da una parte, e per il premier e l’altro vicepremier, dall’altra. Certo, se aprono inchieste per accuse così, si vede che le procure ne hanno di tempo a disposizione». Nesssun problema con gli alleati grillini e Di Maio. «Luigi da subito mi ha detto “Matteo stai tranquillo, il governo siamo tutti noi, abbiamo agito insieme, in maniera limpida e responsabile”. Per me conta quello». Salvini ostenta sicurezza e dice di non temere il responso della base dei 5Stelle: «Io preferisco la giuria popolare, piuttosto che le giurie di qualità che truccano i risultati, come a Sanremo – ironizza – spero ci sia trasparenza».

Sull’argomento del giorno scende in pista anche Silvio Berlusconi. «I 5Stelle scaricano la responsabilità della decisione su caso Diciotti sulla base, usano anche argomenti ricattatori: “se dovesse essere rinviato a giudizio Salvini” dicono ai loro “’potrebbe cadere il governo”, un ricatto evidente a sostenitori e parlamentari», dice il Cavaliere mettendo in guardia il Carroccio dai tradimenti: «Anche la Lega tenga conto di questi atteggiamenti».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • MICHELE RICCIARDI 18 febbraio 2019

    COSI’ DISSE GESU’ AGLI EBREI AD ALTA VOCE — Fate quello che vi dicono, ma non fate come fanno loro… Loro amano i primi posti e vogliono essere chiamati maestri dalla gente… ma chi si esalta sarà umiliato e chi si umilia sarà esaltato (e sempre con voce alta)… Guai a voi scribi e farisei ipocriti, che pagate le decime e trascurate la giustizia, la misericordia e la fedeltà! Voi ascoltate il moscerino e ingoiate il cammello! Voi pulite il fuori del bicchiere e del piatto, mentre il di dentro è pieno di rapina e di immondezza!… Guai a voi simili a sepolcri imbiancati, splendidi fuori ma dentro siete pieni di ossa di morti e di ogni putredine! Di fuori apparite giusti, ma dentro siete pieni di ipocrisia e di iniquità. — Così, 2000 anni fa circa e, secondo me, oggi, è dinuovo così, uguale uguale. Che famo?…