“Perché non sono più lesbica”. Annullato l’incontro con la giornalista Nausica Della Valle

venerdì 22 febbraio 15:03 - di Redazione

Manifesti già stampati, social allertati, ma il convegno alla fine viene annullato. L’incontro dal titolo “Perché non sono più lesbica” con la giornalista Mediaset Nausica Della Valle avrebbe dovuto tenersi il 2 marzo all’auditorium della Città Studi di Biella. Ma non se ne farà nulla: il direttore del campus universitario Pier Ettore Pellerey, su richiesta dall’Arcigay Rainbow Vercelli Valsesia, ha revocato la sala. Gli organizzatori dell’evento, Cristiani uniti per Biella, non si arrendono e sono alla ricerca di una nuova sala. Il problema è che Nausica della Valle, ex inviata di Quinta Colonna, sbandiera questo suo non essere più lesbica come una “guarigione”, per di più operata per grazia del Signore a cui lei si sarebbe rivolta. Come si vede siamo su un terreno molto delicato e in ogni caso del tutto in contrasto con la mentalità corrente. Sostiene in proposito l’Arcigay che “dall’omosessualità non si può guarire perché l’omosessualità non è una malattia. Come afferma l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’omosessualità è una ‘variante naturale del comportamento umano’”.  Ora, per quanto possano apparire vetuste e anacronistiche le convinzioni di Nausica Della Valle il punto vero è se lei ha la libertà di esprimerle oppure no.  Va detto che la giornalista si era già resa protagonista del racconto della sua “guarigione”, intendendola – con una certa enfasi – come una conversione vera e propria: avendo cioè letto nella Bibbia che l’omosessualità era un abominio agli occhi di Dio, venne toccata in profondità da quelle parole. Di qui quella che Nausica Della Valle chiama “liberazione” dall’inganno di Satana.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi