Meloni chiude il convegno Acre: «Il nostro compito è salvare l’Europa dall’Ue» (video)

venerdì 22 febbraio 17:43 - di Redazione

Giorgia Meloni conclude la “Convenzione Blu”, l’iniziativa promossa dall’Acre-Alleanza dei conservatori e riformisti europei, che si è svolta a Villa Miani a Roma e che ha visto l’ingresso di Fratelli d’Italia in quella che è la terza famiglia politica di Bruxelles. Proponiamo di seguito la diretta dell’intervento della leader di FdI, che ha salutato l’ingresso del partito nell’Acre parlando di «grande emozione per Fratelli d’Italia». «Nel prossimo Parlamento europeo un ruolo strategico verrà giocato proprio da noi e dai Conservatori per la costruzione di quell’alleanza che va dai popolari ai populisti e che crediamo debba ridisegnare questa Europa», ha detto Meloni poco prima di intervenire di fronte alle  30 delegazioni internazionali arrivate a Roma per celebrare l’arrivo del nuovo partner italiano. «Siamo molto fieri – ha aggiunto Meloni – del fatto che 30 delegazioni internazionali abbiano scelto di venire a Roma per salutare l’ingresso di FdI».

Meloni: «L’Europa sia confederazione di Stati liberi e sovrani»

«Siamo tutti d’accordo  sul fatto che il nostro compito è salvare l’Europa, la civiltà europea, da questa Unione europea!», ha quindi spiegato Meloni, chiarendo che «noi crediamo in una riforma dell’Unione, in un’Europa che sia una confederazione di Stati nazionali liberi e sovrani che scelgono di cooperare tra loro su alcune materie fondamentali ma che mantengono la propria autonomia sulle scelte più vicine ai cittadini». «Noi intendiamo – ha aggiunto – costruire un rapporto privilegiato con gli amici del gruppo di Visegrad che, secondo noi, sono un modello di come si sta in Europa a testa alta. Tra chi propone l’uscita dalla Ue e chi in Europa ci sta solo per prendere ordini, c’è una sostanziale differenza».

La convenzione BLU: Fratelli d'Italia entra nella grande famiglia dei conservatori europei.

Pubblicato da Giorgia Meloni su Venerdì 22 febbraio 2019

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza