Maria De Filippi svela perché è andata a viale Mazzini: “C’è un progetto in ballo”

mercoledì 6 febbraio 19:22 - di Davide Ventola

«È stato un incontro cordiale, eravamo solo io e lei. Abbiamo preso un caffè». Maria De Filippi, in un’intervista al settimanale Oggi svela il motivo dell’incontro avuto con il direttore di Rai1, Teresa De Santis. La conduttrice di Uomini e Donne spiega che nell’incontro si è discusso «di un progetto di sensibilizzazione sociale che riguarda la lotta alla violenza sulle donne. Né più e né meno».

Maria De Filippi spiega l’incontro con Teresa De Santis

«Premetto che non ritenevo opportuno che ci incontrassimo in un luogo non istituzionale, magari in un bar defilato come due carbonare – racconta De Filippi – perché non avevamo nessun misterioso piano da elaborare. Era giusto che ci vedessimo in pieno giorno e nel suo studio. È stato un incontro cordiale, eravamo solo io e lei. Non abbiamo minimamente sfiorato argomenti che riguardavano la televisione e i nostri rispettivi lavori. Per questa ragione ho trovato normale incontrarla a viale Mazzini: non avevamo nulla da nascondere e nessun segreto da custodire”.

“Il flop di  Celentano? Credevo andasse peggio”

Maria De Filippi, alla vigilia del debutto del suo ‘Uomini e Donne’ in prima serata su Canale 5 con tre serate speciali, dice la sua anche sui temi più caldi della tv. Innanzitutto sul flop di Adriano Celentano: “Se fossi stata in Pier Silvio Berlusconi avrei fatto la stessa scelta. Senza ombra di dubbio avrei detto sì ad Adriano e al suo cartone animato. Avere Celentano è un evento eccezionale, imperdibile… anche io, come il mio editore, avrei preferito rinunciare a qualche punto di share pur di portare Celentano sulla nostra rete ammiraglia. E poi, mi creda, è già un miracolo che un prodotto come Adrian a cui il pubblico è totalmente disabituato, faccia i numeri che sta facendo”. Poi sui risultati deludenti dell’Isola dei Famosi: “Sono fiduciosa nel fatto che lo show nelle prossime settimane risalirà negli ascolti… C’è bisogno però che il programma ritrovi lo suo spirito originario. La sfida con la natura e la lotta alla sopravvivenza tout court. Meno fronzoli, più emozioni e più avventura”. E quando Oggi le chiede se tornerebbe a condurre il Festival di Sanremo risponde: “No, credo proprio di no”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi