Maltempo, valanga sull’autostrada del Brennero. Allerta fiumi in Toscana (video)

sabato 2 febbraio 11:20 - di Giorgia Castelli

Una valanga ha investito l’autostrada del Brennero nei pressi del confine di stato. Non vi sono feriti. La slavina si è staccata da un pendio che sovrasta l’A22 al chilometro 5. L’autostrada del Brennero è chiusa in direzione Nord tra Chiusa e Vipiteno e si registrano dodici chilometri di coda. Molti automobilisti sono bloccati da ore nelle vetture. Mentre per la polizia stradale sull’A22 si segnalano le criticità principali, i vigili del fuoco sono al lavoro con diversi interventi in provincia di Bolzano per strade chiuse e alberi caduti o pericolanti. Altre due valanghe sono cadute in mattinata in Alto Adige, oltre a quella sull’A22. Una in Val Sarentino e l’altra in Valdurna. Non risultano al momento mezzi o persone coinvolti, ma sono state chiuse rispettivamente la statale della Val Sarentino tra Riobianco e Poennes e la provinciale a Valdurna.

Maltempo, allerta fiumi in Toscana

Piogge molto intense e persistenti hanno interessato per tutta la notte l’intera Toscana, in particolare i rilievi appenninici, generando piene significative dei fiumi principali interessati dall’allerta. Le piene maggiori si sono sviluppate lungo il corso del fiume Serchio. Molto importanti anche le piene che hanno riguardato i fiumi Ombrone Pistoiese e Bisenzio. L’Ombrone Pistoiese ha superato il secondo livello di guardia all’idrometro di Poggio a Caiano (Prato), mentre il fiume Bisenzio si mantiene sopra il primo livello di guardia all’idrometro di San Piero a Ponti (Firenze). Si sono registrate piene significative sul fiume Cecina e sul fiume Bruna. Anche nel Casentino, in provincia di Arezzo, è in corso una piena dell’Arno che non dovrebbe comportare livelli significativi a valle. Piena anche sul fiume Magra. Attualmente le precipitazioni risultano in decisa attenuazione rispetto alla notte, si prevede tuttavia la permanenza di livelli alti nei corsi d’acqua ancora per diverse ore. La Protezione civile raccomanda alla popolazione di prestare la massima attenzione e soprattutto di rispettare le indicazioni delle autorità locali, mantenendosi lontani dai corsi d’acqua, dagli argini, dai ponti e dalle zone depresse per facilitare l’attività del presidio idraulico del territorio da parte del personale tecnico.

A Roma chiusi accessi alle banchine del Tevere

A Roma, a causa del maltempo, sono stati chiusi gli accessi alle banchine del Tevere. La protezione civile capitolina, che tiene sotto controllo la situazione dei livelli idrometrici dei fiumi Tevere e Aniene, ha comunicato lo stato di attivazione Sa1-Attenzione a causa del superamento della prima soglia di attenzione del livello dell’Aniene.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza