Lite furibonda Toti-Cappellacci: “Fai la fine della rana”, “Hai bisogno di aiuto”

martedì 26 febbraio 20:11 - di Franco Bianchini

Durissimo scontro tra Giovanni Toti e Ugo Cappellacci. Tensione altissima. Il gong suona al primo commento del governatore della Liguria: «Sardegna: il centrodestra ha la fiducia degli elettori, ma Forza Italia perde, rispetto alle scorse elezioni politiche meno di un anno fa, oltre 60mila voti, cioè quasi metà del suo consenso ma c’è chi continua a far finta di niente. Secondo voi va bene così?». Si scatena l’azzurro Cappellacci: «Caro Giovanni Toti, ti ringrazio per aver ricordato che alle politiche in Sardegna Forza Italia è andata oltre la media nazionale e almeno in questo hai mostrato un minimo di onestà intellettuale. Quanto ai successi che ti intesti in Liguria, mi ricordi il detto indiano secondo il quale le persone piccole le riconosci subito perché trascorrono tutto il tempo a spiegarti quanto sono grandi. Ti ringrazio per gli auguri, che ricambio con sincerità invitandoti a non gonfiarti troppo d’aria per non fare la fine della celebre rana delle favole… Ovviamente è una metafora politica e non un riferimento alla tua foto su Facebook».

La replica di Toti

Immediata la risposta di Toti: «Caro Cappellacci, visto che mi chiami in causa ti rispondo. Tieni il pallottoliere, che può esserti utile. Ormai sono anni che in Sardegna, dove sei coordinatore, Forza Italia perde voti: nel 2014 era al 18,5% alle regionali, che per altro hai perso. Non pago, nominato coordinatore, alle politiche dello scorso anno, dove come ricordi bene le liste erano meno, Forza Italia ha preso il 14,4%. E ancora, non soddisfatto, in meno di un anno sei arrivato all’8%, perdendo altri 60mila voti circa. E invece di chiederti dove hai sbagliato e, magari, trarne le dovute considerazioni, ti diverti a ironizzare. Bene, gente allegra il ciel l’aiuta! E di aiuto tu hai davvero bisogno». Poi Toti aggiunge: «P.s: quanto alla Liguria, che chiami in causa quando sono diventato presidente, governavamo il 30% di questa regione. Oggi governiamo oltre l’85% dei comuni, molti dei quali mai vinti prima. E lo facciamo con tanti sindaci bravi e civici, perché di gente che ragiona come te non ne vogliono sentir parlare! Auguri per il futuro».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • avv. alessandro ballicu 27 febbraio 2019

    non ho alcuna intenzione di difendere Cappellacci ma ritengo che ormai forza italia abbia esaurito la spinta propulsiva, molti italiani si erano illusi ma ormai è chiaro a tutti che il nuovo leader del centro destra sia salvini.
    berlusconi aveva avuto i numeri per trasformare l’italia ivi compresa la riforma della magistratura , non lo ha voluto fare, dimostrando di non essere uno statista (a differenza di craxi e di moro) nè di avere le qualità morali di almirante e berlinguer,
    invece ha pensato solo ai suoi interessi economici e giudiziari, ha obbedito alle regole criminali imposte dalla ue, ha votato le leggi assurde di monti,
    forza italia è destinata a scomparire

    • Francesco Storace 28 febbraio 2019

      Vedremo come evolverà la situazione

    In evidenza

    contatore di accessi