Letta si vendica: ecco come “massacra” il libro di Renzi. E lui “rosica”

sabato 16 febbraio 13:50 - di Federica Argento

È proprio vero che la vendetta è un piatto che va consumato freddo. Enrico Letta ha fatto del’ironia “crudele” sul suo profilo Twitter in merito all’uscita del nuovo libro di Matteo Renzi, Un’altra strada: «Il vero titolo del libro di Renzi? #Nonhoimparato….ops! #sischerza». Un suggerimento che è una vera stroncatura del libro e dell’uomo.

Renzi ha “rosicato”

Renzi che è permaloso non l’ha presa bene, proprio in un momento in cui si sta preparando alla sponsorizzazione nelle principali città italiane. Ed ha risposto al tweet di Letta da vero “rosicone”. Dal suo profilo Renzi ha risposto e tuonato dicendo che Letta ha poco da scherzare dato che, come scritto anche sul libro, ai suoi occhi è stato il precursore del dilagante e attuale populismo insieme al leader di Forza Italia Silvio Berlusconi. Ha ragione Letta, Renzi non impara mai…

Letta si vendica

L’ironia e la sottile vendetta sta tutta in un gioco di parole: Letta di recente ha pubblicato un libro dal titolo sobrio Ho imparato: e dunque la “vendetta” contro Renzi ci sta tutta. Un’autocitazione rovesciata di senso. La vendetta è un lama sottile e affilata. Soprattutto perché le pagine del libro fotografano un Renzi sempre uguale e incapace, secondo Letta, di fare autocritica. Ne è talmente incapace, da perdere anche il senso dell’umorismo e delle proporzioni. Il libro non è piaciuto neanche all’interno del Pd. Debora Serracchiani, per esempio,  avrebbe commentato: «È fatto così, qualcosa deve sfasciare. C’è un problema di accettazione del principio di realtà».

I commenti del web

Letta per diverse ore ha tenuto fissato il tweet in cima al proprio profilo, perchè tutti lo leggessero. I commenti che e sono seguiti vanno da un «sereno ma giusto» (ricordando  la frase di Renzi: Enrico stati sereno…); al più maligno: «non l’ha ancora superata eh?», fino a qualche disperato appello all’unità: «Alleatevi tutti e finiamola con questi balletti, ma non lo vede in che stato è ridotto il Paese? NON #sischerza, si piange».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *