Lavoro e tecnologie, il robot non fa paura. Per l’87% il futuro è ancora dell’uomo

giovedì 14 febbraio 15:36 - di Redazioni
robot casa

I lavoratori non hanno paura dei robot e dell’Intelligenza artificiale. Il 54 per cento degli interpellati si dichiara favorevole all’impiego delle nuove tecnologie in azienda e solo il 16 per cento è contrario. Il restante 30, invece, non esprime una posizione. L’87 per cento, inoltre, esclude la possibilità che queste nuove tecnologie possano sostituire del tutto le persone. Il timore (per il 74 per cento) rispetto alla perdita di posti di lavoro è semmai focalizzato soprattutto su una particolare tipologia di occupazione e di figure professionali: i meno giovani e i meno scolarizzati. Questi i primi risultati del Rapporto 2018 Aidp-LabLaw a cura di Doxa su Robot, Intelligenza artificiale e lavoro in Italia, rispetto all’atteggiamento dei lavoratori sugli impatti delle nuove tecnologie sul lavoro. Per cogliere tutte le opportunità che i nuovi sistemi offrono, quindi, è fondamentale ripensare il nostro sistema formativo: la pensa così l’83 per cento dei lavoratori.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza

contatore di accessi