Latte, assalto a un’autosciterna. Legato il conducente. Salvini: «La protesta non c’entra»

martedì 26 febbraio 12:09 - di Elsa Corsini

Nuovo assalto di due persone armate a un’autocisterna con carico di latte in provincia di Sassari. Due uomini hanno fermato l’autotrasportatore a Nule e lo hanno legato a un albero. I due malviventi, che poi hanno dato fuoco al mezzo, erano armati di pistola e avevano il volto coperto. Una volta terminato il blitz sono fuggiti facendo perdere le proprie tracce. L’assalto è avvenuto in una stradina di campagna sulla provinciale 7, nel Goceano (Sassari), che collega Nule a Bitti. L’episodio si colloca proprio  nel giorno in cui si apre in cui si apre il tavolo tecnico sul prezzo del latte con i rappresentanti dei pastori in rivolta, gli industriali del settore caseario e le associazioni degli allevatori.

Il raid è l’ennesimo atto di un’escalation di proteste che stanno “inquinando””la lotta dei pastori sardi per il prezzo del latte. Già diverse procure sarde si stanno occupando di questi e di altri episodi, come il blocco delle autocisterne per far buttare il latte appena raccolto sulla strada, e sono già scattate le prime denunce.

Immediato il commento di Matteo Salcini, che mercoledì sarà in Sardegna per commentari i risultati elettorali. «Questi delinquenti non hanno niente a che fare coi pastori, con la loro fatica, la loro protesta e le loro ragioni. Questi sono solo dei criminali. E come tali saranno trattati», ha detto il ministro dell’Interno. , commentando l’assalto di due persone armate a una autocisterna con un carico di latte a Nule, in provincia di Sassari.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *