La figlia dell’ambasciatore ribelle rimpatriata con la forza in Nord Corea. Opposizioni scatenate

mercoledì 20 febbraio 12:57 - di Redazione

La figlia diciassettenne di Jo Song Gil, il diplomatico nordcoreano che ricopriva l’incarico di ambasciatore ad interim a Roma, scomparso nel nulla lo scorso anno, è stata rimpatriata a Pyongyang ed è ora sotto la custodia delle autorità nordcoreane. A denunciarlo è Thae Yong-ho, ex vice ambasciatore nordcoreano a Londra, anch’egli disertore. Confermando le indiscrezioni comparse in questi giorni sulla stampa sudcoreana, nel corso di una conferenza stampa a Seul, Thae Yong-ho ha detto di aver verificato nelle ultime settimane le voci secondo le quali la figlia di Jo era stata riportata con la forza in Corea del Nord, prima che la ragazza potesse disertare. “La Corea del Nord ha rimpatriato immediatamente con la forza la ragazza”, ha detto Thae ai giornalisti. Attraverso proprie fonti, Thae, “ho avuto conferma che la figlia di Jo Song Gil è stata rimpatriata in Corea del Nord ed è sotto il controllo delle autorità nordcoreane”. Si ritiene che Jo, incaricato d’affari dell’ambasciata nordcoreana a Roma, abbia disertato lo scorso novembre. La sua defezione è stata confermata il mese scorso dall’intelligence sudcoreana Nis, ma ancora non si ha notizia di dove si trovi l’ex diplomatico. Secondo Thae, Jo si trova probabilmente ad affrontare una “situazione difficile, nella quale non gli è possibile far sapere dove si trovi o apparire in pubblico per il timore legato alla sicurezza della figlia”.

Le opposizioni hanno chiesto al governo di riferire prontamente in aula visto che si parla di una ragazza minorenne legalmente residente in Italia. Alla richiesta di chiarezza si unisce anche la pentastellata Maria Edera Spadoni, vicepresidente M5S Camera dei Deputati: “L’Intelligence nordcoreana ha sequestrato su suolo italiano la figlia dell’ambasciatore Jo Song-Gil? Episodio gravissimo. Matteo Salvini venga a riferire in aula quanto prima”. Antonio Razzi, grande amico del regime di Pyongyang, prova a ridimensionare le notizie giunte da Seul: la figlia di Jo Song Gil, secondo lui, sarebbe stata rimandata a casa dai nonni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *