Inps, per il dopo Boeri braccio di ferro sul successore tra Lega e Cinquestelle

domenica 17 febbraio 10:43 - di Redazione

Lo scontro tra Lega e Movimento 5 stelle ora coinvolge anche la guida dell’Inps. Tito Boeri è infatti in scadenza e secondo il Carroccio andrebbe sostituito da Mauro Nori, oggi consigliere del ministro dell’Economia e per cinque anni, dal 2010 al 2015, direttore generale proprio dell’ Inps. Ma il Movimento 5 Stelle, dopo la nomina di Paolo Savona alla Consob, rivendica quella poltrona e sponsorizza Pasquale Tridico, consigliere di Luigi Di Maio, professore di Economia all’università Roma Tre, e “padre” del reddito di cittadinanza (che sarà gestito proprio dall’Inps).

Il Corriere della sera aveva parlato della possibilità di un ticket per uscire dall’impasse (Nori presidente, Tridico vice) ma non è stata raggiunta un’intesa anche se  il sottosegretario leghista al Lavoro Claudio Durigon assicura che vi sarà “una soluzione veloce, che arriverà nei prossimi giorni”. “Questo governo – ha aggiunto – ha rispettosamente atteso la scadenza naturale del mandato di Boeri che qualunque altro governo Renzi non avrebbe avuto alcuna esitazione a far saltare con abbondante anticipo”.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi