Immigrati, finalmente domani sarà sgomberata la baraccopoli di San Ferdinando

giovedì 28 febbraio 20:37 - di Redazione

Via alle operazioni per preparare lo sgombero di circa 1.000 immigrati dalla baraccopoli di San Ferdinando, in Calabria: a ogni extracomunitario regolare sarà assicurata una sistemazione nei circuiti ufficiali dell’accoglienza (ex Sprar, Cara, Cas). Lo riferiscono fonti del Viminale precisando che in queste ore si stanno svolgendo ulteriori controlli sullo status degli extracomunitari, anche con l’intervento di mediatori culturali. Due anni fa, nella baraccopoli di San Ferdinando si registravano fino a 2.700 presenze. Ora lo sgombero si rende necessario anche per motivi igienico-sanitari e di ordine pubblico. Negli ultimi mesi, nell’area si sono registrati tre morti. Come si ricorderà, dieci giorni fa un nuovo incendio era divampato nella baraccopoli di San Ferdinando (Reggio Calabria) e provocò una vittima,  un 35enne di nazionalità senegalese. Nel rogo furono distrutte una ventina di baracche. Le fiamme potrebbero essere scaturite da uno dei tanti fuochi accesi dai migranti per riscaldarsi: una scintilla avrebbe provocato le fiamme che poi si sono rapidamente propagate tra le abitazioni di fortuna fatte di materiale infiammabile come legno e plastica. Non è la prima volta che accadono tragedie simili nella zona. La baraccopoli non è adeguata ad ospitare tutti gli immigrati e molti si accampano tra vecchie tende e vecchi bracieri per scaldarsi.  Dei ferri vecchi dai quali è facile che scaturisca una scintilla.

(Foto tratta da Strettoweb)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *