Il nuovo presidente al “Secolo”: «E ora tocca alle nostre buone idee»

lunedì 11 febbraio 11:16 - di Francesco Storace

Probabilmente non ha dormito ed è anche ovvio, a rifletterci. Ma le risposte al Secolo d’Italia le da’ senza starci troppo a pensare. È la sua comunità. Più una conversazione che un’intervista politica vera e propria, emerge il tratto incancellabile della sobrietà proprio del carattere di Marco Marsilio, neopresidente della regione Abruzzo. Sferzante, ma anche obbligata la risposta a quella che può apparire una provocazione, dopo una campagna elettorale a doversi “difendere” per i natali romani.

– Sei “diventato” abruzzese

“Ebbene sì… la ‘cittadinanza’ me l’hanno data gli elettori!”.

– Ti ha colpito il successo leghista?

”Mi fa piacere che la Lega sottragga così tanti voti al M5S e li abbia riportati al centrodestra”.

– Che cosa dici ai militanti di Fratelli d’Italia?

“Grazie, spero di essere all’altezza”.

– E ai tuoi avversari?

“Sono pronto ad ascoltare buoni consigli e buone proposte, se ne hanno”.

– Hai già idee su come governare?

“Abbiamo tante buone idee per governare, ora le metteremo in pratica”.

– E Roma?

“Resta sempre nel mio cuore, lavorerò per avvicinarla sempre di più all’Abruzzo”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi