De Magistris prepara la secessione napoletana. E sogna di fare il capopopolo

lunedì 18 febbraio 12:48 - di Elsa Corsini

S’avanza la secessione del Sud. Mentre si discute sulle autonomie regionali, il decreto portato in consiglio dei ministri dal ministro Stefani con tanto di bozza di intese con le ricche regioni del Nord (Veneto, Lombardia, Emilia), Napoli risponde schiaffo su schiaffo. «Entro quest’anno faremo un referendum per la totale autonomia della Città di Napoli: avremo così più risorse economiche, meno vincoli finanziari, più ricchezza, più sviluppo, meno disuguaglianze». Cosi il sindaco Luigi de Magistris su Facebook che aggiunge: «Successivamente proveremo a realizzare, se lo vorranno anche le altre popolazioni del Sud, un referendum per l’autonomia differenziata dell’intero Mezzogiorno d’Italia». Da Napoli insomma partirebbe l’insorgenza del Meridione contro le furbate del Nord.

«Altro che zavorra del Paese, dimostreremo con orgoglio e passione – continua De Magistris versione Masaniello – che siamo e saremo, con le nostre risorse umane e territoriali, il motore per un’Italia più coesa, più giusta e con minori disuguaglianze». Dopo il legittimo orgoglio del Sud arriva, immancabile e un po’ “telefonata”,  la stoccata contro la Lega e il pericoloso Salvini. «Non siamo contro i popoli della Lombardia e del Veneto che hanno votato per l’autonomia. Siamo anche noi per l’autonomia. Noi siamo per sconfiggere quei politici che hanno fondato la loro fortuna personale sull’odio e sul razzismo: quelli che hanno disprezzo per i meridionali (come Salvini e il ministro dell’ignoranza), quelli che hanno oltraggiato ed ostacolato i lavoratori meridionali al Nord, quelli che dicevano di non affittare ai terroni, quelli che offendendo si arricchiscono grazie a noi meridionali. Quelli che oggi se la pigliano non più solo con i meridionali ma con gli stranieri dalla pelle nera».

In un crescendo di insulti il sindaco di Napoli attacca frontalmente e sogna di fare il capopopolo: «È finita la pacchia per voi politici antimeridionali. Sentirete sul collo il fiato della riscossa dei Sud. Noi al Sud dopo anni di ingiustizie, discriminazioni, depredazioni e saccheggi delle nostre risorse  ci stiamo riscattando raggiungendo risultati incredibili ed abbiamo tutto da guadagnare con l’autonomia totale. Autonomia per un’Italia unita, non contro come fate voi». Del resto – conclude – «Napoli è stata nella storia Capitale e Repubblica. Siamo pronti per l’attacco! Da noi, vinta la sfida, regnerà l’umanità, la giustizia sociale, la felicità. Voi governate con il rancore, noi governeremo con la fratellanza».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • sergio 19 febbraio 2019

    ” A me, mei para na’ strunzata!

  • FAUSTO 19 febbraio 2019

    De Magistris sei un genio !!! ben venga la riscossa del Sud, al Nord ne siamo felici

  • bruno 19 febbraio 2019

    Frasi fatte, il popolo napoletano e il Sud non si raffigura in un ex magistrato, che vuole fare malamente il” Masaniello” Napol ie’ cambiata con la sua amministazione? topi negli Ospedali, Camorra dilagante, spaccio, lavoro, assistenza, uguaglianza sociale, quali di queste e’migliorata la citta? lui vuole la “guerra” a Salvini. Del Sud e di Napoli e dei napoletani, non gli frega NIENTE.

  • amerigo 19 febbraio 2019

    Più “risorse” ne sono certo, che siano anche “economiche” mi fa sorgere grossi dubbi…

  • Ben Frank 19 febbraio 2019

    Toglietegli il vino (e l’erba da fumo)! Faccia pure la secessione napoletana, i partenopei sanno come trattare i Masanielli! che poi tutto il “sudde”, come pronuncia lui, segua Giggino o’ giudece, mi pare poco probabile: l’anti-napoletanismo inizia già a Salerno!

  • francoilfranco 18 febbraio 2019

    Fallito come magistrato, attacato alla poltrona grazie agli amici di sx, pretende di fare il capopolo ma’ e’ solo un quacquaraqua’ senza storia e senza futuro. Napoli dovrebbe liberarsi di gente come lui che non risolve le problematiche dei Napoletani ma le esaspera con sceneggiate e politiche senza senso, per proteggere la sua poltrona ed impedire il progresso intelligente per un popolo intelligente che merita molto di piu’. Forza Napoli mandatelo a casa con lui non avete nerssuna speranze di migliorie, solo chiacchiere e chiacchiere.

  • roberto 18 febbraio 2019

    ma questo è andato fuori di melone…..ricoveratelo !!!!!!

  • tesoro 18 febbraio 2019

    Sarebbe ora che co fosse un canale di “Panama” dopo la toscana