Cristiani sotto attacco: terroristi islamici uccidono missionario in Burkina Faso

sabato 16 febbraio 13:02 - di Laura Ferrari

Cristiani sempre più bersaglio del terrorismo islamico. Il missionario salesiano Antonio César Fernández Fernández è stato ucciso durante un assalto ad un gruppo di religiosi nel sud del Burkina Faso. Lo rende noto, con un comunicato, l’ordine dei salesiani precisando che il sacerdote, che era spagnolo ed aveva 72 anni, è stato ucciso da tre colpi di arma da fuoco esplosi durante quello che viene definito un “attacco jihadista”.

Un’esecuzione con tre colpi di arma da fuoco

Secondo la ricostruzione fornita nel comunicato, l’attacco è avvenuto venerdì verso le tre del pomeriggio mentre il salesiano stava tornando nella sua comunità di Uagadugú, insieme ad altri religiosi sopravissuti all’assalto, da Lomè, la capitale del confinante Togo, dove aveva partecipato ad un incontri dei salesioni dell’Africa Occidentale francofona. Nato nel 1946 a Pozoblanco, vicino a Cordoba, il religioso, da 55 anni nell’ordine salesiano e da 46 anni sacerdote, dal 1982 svolgeva attività missionaria in Africa. Nella sua città natale sono stati proclamati due giorni di lutto ufficiale e bandiere a mezza asta in suo onore.

L’ultima intervista prima della morte: “Essere un missionario è un dono”

Poche ore prima della morte, il missionario salesiano aveva rilasciato un’intervista nella quale ribadiva la gioia della sua missione e la felicità di testimoniare l’amore di Dio ai giovani africani. Un messaggio che è diventato il suo testamento spirituale prima del tragico martirio.

 

 

 

Quattro anni fa lo sgozzamento dei cristiani copti

Ieri l’associazione cattolica Aiuto alla Chiesa che soffre ha ricordato sulle proprie pagine Social il quarto anniversario (15 febbraio 2015) della strage dei cristiani copti sulle spiagge della Libia. «Tutti prima di morire pronunciarono il nome di Gesù! Preghiamo per loro e invochiamo la loro intercessione per quanti ancora oggi soffrono per motivi di fede!». Inutile dire che questo anniversario è passato sotto silenzio su tutti i media italiani ed europei.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • amerigo 17 febbraio 2019

    Santità, Le pare ancora il caso di fare entrare TUTTI i clandestini? Malgrado alcuni “danni collaterali” come questo? La stampa assuefatta alle sinistre, nell’ipotesi migliore, citerà questo piccolo fatto nelle cronache locali, insieme ai tamponamenti al semaforo…

  • In evidenza

    contatore di accessi