Caso Diciotti: Conte, Di Maio e Toninelli graziati dalla Procura. Chiesta l’archiviazione

mercoledì 20 febbraio 15:31 - di Redazione

A quattro giorni dalla ricezione degli atti dalla Giunta per l’autorizzazione a procedere, la Procura di Catania ha chiesto l’archiviazione per il premier Giuseppe Conte, per il vicepremier Luigi Di Maio e per il ministro per le Infrastrutture Danilo Toninelli, indagati nell’ambito dell’inchiesta sul caso Diciotti.

Caso Diciotti verso la chiusura anche per Palazzo Chigi

I magistrati hanno già notificato la richiesta a Palazzo Chigi. Il fascicolo catanese era stato aperto proprio dopo che il presidente del consiglio e i due ministri avevano presentato alla Giunta una memoria nella quale si assumevano la responsabilità collegiale delle decisioni sul destino della nave Diciotti, per le quali Matteo Salvini è stato indagato per sequestro di persona. Proprio ieri la giunta del Senato, presieduta da Maurizio Gasparri, ha respinto l’autorizzazione a procedere per il ministro dell’Interno, dopo che anche il voto dei militanti del M5S sulla piattaforma Rousseau si era espresso in questo senso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Alessandro Caroli 21 febbraio 2019

    La procura della Repubblica aveva chiesto l’archiviazione anche per Salvini, essendo chiaro che era una procedura non suffragata da niente. Con che risultati abbiamo visto.

  • Mauro Collavini 21 febbraio 2019

    Mi fa piacere per loro ma l’idea che il tutto sia stato montato ad arte per togliere dalle scatole il Salvini si riconferma con questa presa di posizione del procuratore. Procuratore che invitereo a scegliere un’altra sede di lavoro: Spazzino o reddito di cittadinanza.

  • In evidenza

    contatore di accessi