Brunetta a Salvini: «Finiscila di essere arrogante, presuntuoso e tracotante»

mercoledì 27 febbraio 16:14 - di Franco Bianchini

«Caro Matteo, hai proprio ragione. Non è mai bene tra alleati (passati e forse futuri) usare l’arroganza, la presunzione, la tracotanza, l’alterigia, l’insolenza, la prepotenza, la protervia, come dal 4 di marzo dell’anno scorso sempre più spesso fate voi, amici della Lega, al centro come in periferia…. Sarebbe meglio usare, invece, l’umiltà, la cortesia, la mitezza, il rispetto, come ha fatto sempre Berlusconi con Bossi, Maroni e con te, Salvini, dal lontano 1994». Così l’azzurro Renato Brunetta , deputato e responsabile della politica economica di Forza Italia. «Vedi Matteo – sottolinea l’ex ministro – al di là delle balle che sei costretto a raccontare tutti i giorni, pur di restare al governo, e mangiarti i grillini e avere consenso, quello che conta più di tutto, però, è il bene del nostro Paese. Ma è ormai acclarato che l’alleanza avventuristica Lega-M5S non è la coalizione di governo più adatta a raggiungere questo scopo. E ce lo dicono gli elettori tutte le volte che sono chiamati al voto».

Brunetta: stop a fuffa, stantia e retorica

«Per quanto mi riguarda, sono anni che lavoro per l’unità del centrodestra plurale, sono anni che lavoro per sconfiggere la sinistra dei vari Bersani e Renzi (ti ricordi il referendum costituzionale vinto da tutti noi insieme, chi credi l’abbia organizzato per il centrodestra? Tu mi risulta fossi un po’ distratto). I rapporti leonini, caro Matteo, non vanno da nessuna parte, anche se ammantati di bonomia», aggiunge Brunetta. «Producono – avverte Brunetta – solo rancore e inutili conflitti. Quindi, caro Matteo, bando ai tatticismi, agli opportunismi, alle arroganze: diamoci tutti come unico scopo l’unità del centrodestra plurale per governare bene questo Paese. Il resto è solo fuffa un po’ stantia e arrogante retorica. Gli elettori, come ci insegna la parabola dell’altro Matteo (Renzi), hanno la memoria lunga e non perdonano chi li prende in giro. Come sempre tra di noi (hai iniziato tu…!), un bacione».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • PIPPO 27 febbraio 2019

    SALVINI STA CALANDO.
    fORZA FDI

    • Francesco Storace 28 febbraio 2019

      La partita è lunga

    In evidenza

    contatore di accessi