Berlusconi, chiusura in Sardegna: «Sulla Tav Salvini si è corretto, ora però mandi a casa i grillini…»

venerdì 22 febbraio 12:50 - di Marta Lima

«Come state?». Intorno a mezzogiorno Silvio Berlusconi si  è presentato al Poetto di Cagliari per una passeggiata elettorale di chiusura della campagna a favore di Cristian Solinas in vista del voto di domenica alle regionali. E non ha risparmiato frecciatine a Matteo Salvini: «Ho parlato con Salvini, secondo entrambi si deve fare. Il No alla Tav significa da parte dei 5 stelle blocco alle infrastrutture, questa è la loro filosofia di governo. Non vogliono creare ricchezza. Oggi Salvini si è corretto e ha detto che la Tav si deve fare. Ma bisogna mandare subito a casa questi cinque stelle, sono una iattura per il Paese. Glielo dico ogni giorno a Salvini…», ha spiegato il Cavaliere a Cagliari, che poi si è sentito di spendere anche qualche parola di solidarietà per Roberto Formigoni, nel giorno del suo ingresso in carcere dopo la condanna: «È stato in assoluto il miglior governatore di tutte le regioni d’talia. Formigoni ha governato molto bene la Lombardia».  La condanna di Formigoni ripropone la sempre aperta questione giustizia?, gli è stato chiesto. «È una questione apertissima, ma su Formigoni dico solo che umanamente mi dispiace. Non so cosa abbia fatto Formigoni, non so nulla di cui è stato accusato, ma Dico solo che ha governato molto bene la Lombardia ed ed e stato il miglior governatore in assoluto…», ha replicato il Cav.

Ed ancora, attacchi al M5S e un appello agli elettori: «Serve mandare a casa gli incapaci, gli incoscienti e mettere alla guida del Paese persone che hanno la testa sulle spalle che hanno dimostrato di saper fare le cose. A chi vota ho detto aprite gli occhi, guardate la realtà. Credo che davvero molti italiani che a marzo arrabbiati, delusi e disgustati dai governi di sinistra o non eletti e dai politici politicanti, abbiano deciso in parte di non votare e in parte di dare il voto a un partito che si presentava come nuovo e si sperava arrivasse qualcosa di buono. Invece tutto quanto arrivato è negativo, questi signori sono una iattura. Sommano alla iattura del comunismo un’incapacità di fondo e loro stessi amano chiamarsi scappati di casa. Quindi, italiani svegliatevi e guardatevi allo specchio: andate a votare e guardate chiaro chi sono i partiti che hanno messo in campo e chi ha dimostrato di sapere raggiungere i traguardi».


                
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi