Berlusconi a Salvini: «Sui migranti fai bene, ma smettila di governare col M5S»

martedì 5 febbraio 21:05 - di Franco Bianchini

«Non si può lasciare il paese in mano ai grillini. Loro sono solo incompetenti. Con Salvini cerco di mantenere un rapporto buono e cordiale ma…». Silvio Berlusconi, ai microfoni di Radio 105, affronta il punto cruciale del rapporto con la Lega: «Siamo alleati per le regionali, governiamo insieme in varie Regioni e moltissime amministrazioni locali, perché crediamo nel centrodestra, che è un concetto ben vivo nel cuore degli elettori, che vogliono vederci uniti sulla base dei nostri valori e programmi».  Ci rivolgiamo – dice il Cav – a un’altra Italia di persone di buon senso, scende in campo con noi, non si può lasciare l’Italia in mano a questi grillini, l’Europa va cambiata ma non distrutta come vogliono fare loro».

Berlusconi: sull’immigrazione bene Salvini ma…

«Purtroppo La Lega ha delegato completamente la politica economica ai Cinquestelle e a Di Maio. In cambio, ha avuto carta bianca sull’immigrazione, che è certamente importante e qui Salvini sta facendo anche cose buone, ma non è il primo problema degli italiani. Il futuro degli italiani non dipende dall’immigrazione, ma dipende dal lavoro, da tasse più basse. Bisogna dare prospettive ai nostri figli», aggiunge Berlusconi. «Noi siamo la vera alternativa ai Cinquestelle». E ancora: «Se questo governo non cadrà, vedo un futuro molto nero, fatto di recessione e di conflitti sociali». Il fatto che un ministro come Savona «si defili dal governo, optando per la Consob, è un altro segnale estremante significativo di un’estrema situazione della crisi che sta attraversando questo governo gialloverde». Altra figuraccia a 5 stelle, il Venezuela: «In pratica, con l’atteggiamento del governo gialloverde abbiamo offerto una sponda a Maduro, a uno degli ultimi dittatori comunista del mondo, che ha ridotto alla fame il suo Paese… Con i miei governi l’Italia è sempre stata dalla parte della libertà, oggi invece siamo in conflitto con tutti e nessuno ci prende sul serio e sono davvero molto, molto preoccupato».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • MICHELE RICCIARDI 6 febbraio 2019

    6 Febbraio 2019 — A QUESTO GOVERNO: perchè dimettersi quando è troppo tardi, se lo potete fare subito!? IRRESPONSABILI! Nemici del vostro paese!… Via via! Poi affari correnti e subito alle urne! Non si deve andare avanti così… dove andiamo a finire?

  • In evidenza

    contatore di accessi