Anche a Porto Torres arriva la protesta dei pastori sardi

domenica 10 febbraio 11:12 - di Redazione

La protesta dei pastori sardi per il crollo del prezzo del latte arriva nello scalo di Porto Torres (Sassari). Oltre un centinaio di contestatori ha fermato i tir frigo imbarcati a Genova. Gli allevatori hanno fermato un mezzo che trasportava carni suine provenienti dalla Francia e hanno gettato gran parte del carico a terra, chiedendo l’intervento delle autorità sanitarie e denunciando “le pessime condizioni della merce destinata al mercato locale”.

La loro azione è stata interrotta dall’intervento dei carabinieri e degli uomini della polizia in assetto anti sommossa. Momenti di tensione si sono registrati quando il vicequestore Maurizio Terrazzi, dopo aver tentato inutilmente di dialogare con gli autori della protesta, ha ordinato di chiudere il tir preso di mira dai pastori. Al momento il camion è fermo in porto e gli allevatori non sono intenzionati a lasciarlo partire. Intorno alle 9 un altro mezzo era sfuggito al loro blocco e si è diretto verso il centro Sardegna. 

Il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio ha affermato che prossimamente incontrerà i pastori sardi “i quali hanno perfettamente ragione”: “Non posso pensare che ci siano operatori che vengono pagati così poco e poi il prezzo nel latte nei negozi è se non il triplo poco ci manca…”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Mauro Collavini 11 febbraio 2019

    Quando ero bambino ho vissuto un anno a Bertiolo in provincia di Udine, località di rpovenienza dei miei avi. In quel paese c’era una cooperativa di agricoltori che produceva un ottimo formaggio; Ogni mattina gli allevatori portavano la maggior parte del latte munto in questa cooperative che dava loro un minimo e poi a fine anno distribuiva gli utili ai soci in ragione del latte conferito. Secondo me si dovrabbe fare cosi dappertutto, in modo che i prodotti locali siano avvantaggiati rispetto a quelli importati. I produtttori di latte sardo hanno perfettamente ragione inoltre ricordo che le loro produzioni locali di formaggi siano tra le migliori del ns. paese.