“Abbiamo sbagliato persona”. Presi gli autori dell’agguato a Manuel

mercoledì 6 febbraio 20:07 - di Laura Ferrari
Manuel Bortuzzo, il nuotatore italiano paralizzato dopo essere stato aggredito a colpi di pistola da due malviventi al quartiere Axa a Roma: il pm ha chiesto una condanna a 20 anni per i due

Sono un 24enne e un 25enne, entrambi di Acilia, i due ragazzi che sono al momento in questura a Roma dove vengono interrogati dagli agenti della Squadra Mobile di Roma, in relazione al ferimento di Manuel Bortuzzo, il giovane nuotatore raggiunto da un colpo di pistola la notte tra sabato e domenica scorsi in piazza Eschilo, all’Axa. I due sono stati individuati grazie alle descrizioni fisiche dei testimoni da cui sono stati realizzati due identikit. Uno dei due ha un doppio taglio di capelli.

I due ragazzi hanno confessato di avere sbagliato persona. Erano a caccia di alcuni giovani con i quali erano stati coinvolti in una rissa avvenuta pochi minuti prima in un pub. Chi ha sparato a Manuel Bortuzzo non ha usato guanti e lasciando tracce sulla pistola, un revolver calibro 38. La scientifica è al lavoro per isolare le impronte e arrivare così ad una identificazione certa di chi ha sparato.

“Gli infami che hanno sparato a Manuel marciscano in galera”

”Grazie alle Forze dell’Ordine per il consueto impegno e l’alta professionalità. Gli infami che hanno sparato a Manuel Bortuzzo devono marcire in galera: spero vengano individuati con certezza al più presto”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini, commentando le novità investigative dopo la sparatoria di sabato notte.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza