A 7 anni arriva a scuola sconvolta: «Papà mi ha fatto violentare»

giovedì 28 febbraio 16:55 - di Milena De Sanctis

Il padre fa prostituire la figlia di soli  7 anni. La bambina era arrivata a scuola con tacchi alti, un trucco abbondante e sangue sui vestiti. Aveva suscitato subito l’attenzione degli insegnanti. La bimba aveva poi raccontato di essere stata violentata da tanti uomini. La terribile vicenda è avvenuta ad Albuquerque, nel New Mexico: il padre, James Stewart ha fatto prostituire sua figlia mettendola nelle mani di altri uomini che sono arrivati a violentarla anche a turno. Il tutto per trarne un vantaggio economico e per potere avere delle dosi di droga. L’uomo dopo la denuncia è stato arrestato con la moglie e in questi giorni si sta svolgendo il processo.

Come ricostruisce il Giornale sulle mutandine della bambina sono state ritrovate diverse tracce di Dna che confermerebbero la sua storia: «Mi costringe a farlo, io gli dico che non voglio». Il padre si è sempre difeso affermando che le accuse sono assolutamente false.  Secondo l’accusa i genitori facevano uso spesso di droga e mandavano la propria figlia in strada a chiedere l’elemosina, poi la decisione di iniziare a farla prostituire. Ora entrambi sono a processo con accuse pesanti. I medici che avevano vistato la bimba hanno trovato su tutto il suo corpo  svariati succhiotti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi