«Via le scritte in arabo dall’ospedale di Imola»: passa la mozione Lega e il Pd è costretto ad astenersi

giovedì 17 gennaio 14:36 - di Carmine Crocco

È ora di farla finita con le indicazioni in arabo nell’ospedale di Imola. Passa  in Consiglio comunale  la mozione della Lega volta a vietare nella cartellonistica dell’Ausl locale ogni indicazione in lingua araba, come avviene in molte strutture sanitarie dell’Emilia-Romagna. Particolare significativo e sintomatico: i consiiglieri del Pd si sono astenuti. Per la sinistra una tale astensione ha il significato di un voto a favore e forte è l’imbarazzo dei piddini, divisi tra l’ideologia politically correct delle élites, da un lato,  e i sentimenti profondi dei loro stessi elettori dall’altro.

Solo incazioni in italiano e in inglese

Gli attuali pannelli non verranno modificati,«ma in futuro quando ce ne sarà bisogno verranno sostituti solo con altri in italiano e al massimo in inglese», spiega il segretario del Carroccio imolese Marco Casalini. «Non aveva senso – aggiunge – indicare l’arabo dal momento che non è la popolazione con più residenti stranieri nel nostro territorio, si tratta di una discriminazione al contrario».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 17 gennaio 2019

    E chi ca…spita aveva messo questi cartelloni? E perché il pd si è astenuto? Mettessero le indicazioni in arabo nelle loro sedi, tanto…

  • babbone 17 gennaio 2019

    Gli arabi andassero in Arabia se vogliono leggere cose in arabo. Solo in italiano siamo NAZIONALISTI.

  • In evidenza