Trento, maestro a processo per violenza sessuale: palpeggiava morbosamente le alunne in classe

venerdì 25 gennaio 12:45 - di Milena De Sanctis

Comparirà davanti al giudice dell’udienza preliminare Emilio Schönsberg il 20 marzo prossimo il maestro accusato di pedofilia e sotto inchiesta dalla primavera dello scorso anno per presunti abusi nei confronti di sue alunne. I fatti sono avvenuti in una scuola elementare altoatesina dove il maestro (nel frattempo sospeso da ogni attività didattica) insegnava la lingua italiana.

Maestro, le accuse della procura

Al maestro la procura contesta la violenza sessuale aggravata dalla circostanza che le bambine oggetto delle attenzioni, circa una dozzina, avevano meno di dieci anni ed erano affidate all’indagato per finalità di insegnamento. A inchiodare l’insegnante le immagini delle micro telecamere che avrebbero documentato palpeggiamenti morbosi almeno per quattro casi. Il maestro è stato “monitorato” per circa un mese. Le occasioni in cui le alunne si sono avvicinate al maestro nell’ambito dell’attività didattica sono state numerose e non appena possibile l’insegnante avrebbe approfittato della sua posizione per toccare e palpeggiare diverse alunne. A carico dell’uomo non è più in vigore alcun provvedimento cautelare. Il maestro, dunque, è completamente libero. L’uomo non ha mai ammesso proprie responsabilità ma deve fare i conti con le immagini delle micro telecamere che avrebbero documentato palpeggiamenti morbosi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza