Toninelli provoca Salvini: «Avrei voluto che fosse con me a Pioltello» (video)

venerdì 25 gennaio 10:44 - di Stefania Campitelli

Provocazione a distanza di Toninelli a Salvini. La Tav continua a tenere in fibrillazione il governo come dimostrano le parole proncunciate dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti durante la commemorazione della strage ferroviaria di Pioltello che un anno fa provocò 3 morti e 95 feriti (il convoglio trasportare 250 persone) nei pressi di Milano.

Strage di Pioltello, Toninelli: avrei voluto qui Salvini

«La più grande opera in questo Paese è evitare che ci siano altri morti di Stato per incidenti conseguenti alla cattiva manutenzione – ha detto Toninelli ai giornalisti –  mi avrebbe fatto molto piacere vedere Matteo Salvini qui con me a ricordare tre morti di Stato».  Il vicepremier leghista pochi giorni fa ha confermato il suo sì all’Alta velocità dicendosi pronto ad andare a Chiomonte per vedere gli agenti che difendono il cantiere. Nel commemorare la “strage dei pendolari” Toninelli ha aggiunto: «Chiedo scusa a nome dello Stato, ma bisogna fare di più, stiamo facendo di più. Già fare il pendolare è una fatica, ma morire su dei binari perché lo Stato e le istituzioni non hanno fatto a sufficienza il loro mestiere è inaccettabile». Portare avanti la manutenzione ordinaria e straordinaria – ha aggiunto il ministro grillino –  significa che non deve morire più nessuno, i dati di Rfi mi dicono che rispetto alla media europea i numeri sono buoni, ma me ne frego dei dati buoni io non voglio più nessun morto, è inaccettabile».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza