Tablet e smartphone, come e quando farli usare dai ragazzini. I consigli degli esperti

venerdì 4 gennaio 13:25 - di Redazione

Non bisogna avere paura quando i ragazzini giocano con tablet e smartphone. Si alza una voce controcorrente rispetto a quello che quasi tutti pensano. Diciamo basta all’ansia e alla preoccupazione se il bimbo utilizza dispositivi mobili come il cellulare o il tablet. Esistono infatti poche prove che questo sia di per sé dannoso. Per stare tranquilli bisogna semplicemente spegnerli almeno un’ora prima che i piccoli vadano a letto, perché questo ha un effetto positivo sul loro sonno. A emettere le raccomandazioni il Royal College of Pediatrics and Child Health (Rcpch), che sono state pubblicate su Bmj Open.

Tablet e smartphone, i risultati dello studio

Sulla stessa rivista appare però anche uno studio che rileva come le ragazze abbiano il doppio delle probabilità di mostrare sintomi depressivi legati all’uso dei social media a 14 anni rispetto ai ragazzi. Gli esperti dicono innanzitutto che è importante che l’uso di dispositivi non infici il sonno, ma anche l’esercizio fisico e il tempo da trascorrere con la famiglia. In ogni caso non ci sono prove che usare tablet o smartphone sia “tossico” per la salute, come talvolta viene affermato: i pediatri sottolineano che, anche se recenti revisioni scientifiche hanno testimoniato la presenza di un’associazione tra l’uso di schermi e l’obesità e la depressione, non è chiaro se

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza