Stazione Termini, aveva uno smartphone nuovo: preso a pugni in faccia da un immigrato

venerdì 4 gennaio 9:44 - di Paolo Sturaro

Sempre peggio a Roma. Sempre peggio nella zona della Stazione Termini. I carabinieri hanno arrestato un immigrato senza fissa dimora con l’accusa di rapina. Ha 25 anni, viene dal Gambia ed ha precedenti. La scorsa notte, il malvivente ha avvicinato alle spalle, in un angolo buio in via Turati, un 23enne, originario della Repubblica Dominicana, e lo ha colpito al volto con un violento pugno. L’ha aggredito per poi rapinarlo dello smartphone di ultima generazione che stava utilizzando e che gli è caduto dalle mani dopo il colpo.

La fuga e l’arresto nella zona della Stazione Termini

La vittima ha iniziato a urlare dopo aver rincorso e cercato di trattenere per un breve tratto di strada il rapinatore. È stata così attirata l’attenzione dei Carabinieri che transitavano in quel momento e che sono intervenuti bloccando il 25enne all’incrocio con via Cattaneom sempre nella zona della Stazione Termini. La refurtiva è stata recuperata e restituita al ventitreenne che è stato poi medicato al pronto soccorso dell’ospedale ”San Giovanni – Addolorata” per una ferita lacerocontusa allo zigomo e una contusione al braccio destro, guaribili in dieci giorni. L’arrestato è stato portato e trattenuto in caserma, in attesa del rito direttissimo.

Dallo smartphone alle macchine fotografiche professionali

Pochi giorni fa, sempre a Roma, nella stessa zona, erano stati arrestato due stranieri di 26 e 33 anni, entrambi con precedenti. Erano stati ammanettati in flagranza di reato per furto aggravato. I due erano stati bloccati all’interno di un ristorante di via Gioberti dai Carabinieri, intervenuti a seguito di una segnalazione, subito dopo aver sottratto una macchina fotografica professionale, del valore di 1500 euro, a una turista della Repubblica Popolare Cinese. La refurtiva era poi stata recuperata e riconsegnata alla vittima.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza