Spacciava droghe devastanti su internet: 22enne albanese bloccato a Vaiano

martedì 8 gennaio 10:54 - di Paolo Sturaro

Utilizzava i social, uno spacciatore albanese residente a Vaiano. “Vendeva” droghe particolarmente devastanti (anche sintetiche) tramite internet. Droghe che comportano rischi di effetti collaterali gravissimi. Fissava la consegna delle dosi di hashish e marijuana attraverso i social network. Alla fine è stato scoperto e bloccato. I carabinieri della stazione di Vaiano (Prato) hanno arrestato il 22enne e messo ai domiciliari per spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso delle indagini dei militari dell’Arma sono emersi «gravi e concordanti indizi di reità» nei suoi confronti.

Lo spacciatore albanese e le droghe Ak47 e K2

Lo spacciatore albanese è stato ritenuto responsabile di utilizzare i social network Facebook ed Instagram per comunicare con gli acquirenti e stabilire le modalità di contatto per la consegna dello stupefacente. L’arrestato è stato rintracciato nel centro abitato di Vaiano, in provincia di Prato, dove risiede da tempo. È stato poi accompagnato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari. Il giovane spacciava hashish e marijuana e anche droghe sintetiche denominate “AK47” e “K2”. Queste ultime tipologie di droghe

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza