Si cala i pantaloni e si masturba davanti una ragazza in treno: straniero molesto fermato solo dalla Polfer

martedì 22 gennaio 10:25 - di Redazione

Scene di “ordinaria” follia molesta: purtroppo, infatti, vicende come quella che stiamo per raccontare si ripetono ormai quotidianamente su bus e metro, treni e pullman, ovunque ci siano schegge impazzite pronte a seguite ai propri più bassi istinti. E così, stavolta a bordo di un convoglio sulla tratta Rieti-Terni, un ucraino, ubriaco e fuori di sé, non contento di aver seguito, abbordato maldestramente prima, e provato a importunare, subito dopo, una ventenne vicino alla quale si era appositamente piazzato, all’improvviso si è calato i pantaloni e ha cominciato a masturbarsi davanti a tutti… Naturalmente lo straniero, che non è stato facile bloccare e contenere né per il capotreno, né per i soccorsi intervenuti, e neutralizzato solo dall’intervento degli uomini della Polfer, è stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico: un reato, come noto depenalizzato nel 2016, ma che prevede comunque il versamento di una sanzione pari a 10.000 euro

Straniero ubriaco e molesto si masturba davanti una ragazza in treno

Dunque, ricostruendo la vicenda in base a quanto riportato in queste ore, tra gli altri, dal sito de Il Giornale, nei giorni scorsi a bordo di un treno che collega Rieti alla città umbra di Terni si sono vissuto attimi di sconcerto e di paura, a causa di un ucraino che ha importunato pesantemente una giovane passeggera e, poi, come se nulla fosse si è masturbato davanti a tutti i pendolari, impauriti ad intervenire su quell’uomo fuori di sé. L’immigrato, infatti, in evidente stato di ubriachezza, aveva intenzioni belligeranti, e lo ha dimostrato prima iniziando a tormentare la passeggera presa di mira prima ancora di salire a bordo, con frasi ambigue e proposte oscene, a sfondo sessuale reiterate insistentemente alla povera destinataria delle sue morbose attenzioni che ha pensato di demotivare e scoraggiare lo straniero molesto, semplicemente ostentando indifferenza alle sue perversioni.

Solo gli uomini della Polfer riescono a fermarlo e a riportare la situazione alla calma

Peccato che, come riferisce sempre il quotidiano milanese diretto da Sallusti, «l’immigrato, con poca lucidità, non si è arreso tanto che, poco prima di arrivare a Terni, in un impeto di follia si è abbassato i pantaloni, ha mostrato i genitali alla viaggiatrice e, infine, ha iniziato a masturbarsi dinnanzi a lei» e davanti a tutti i malcapitati passeggeri in carrozza. Pendolari che hanno chiamato urgentemente il capotreno, il quale però, nonostante molteplici tentativi espletati, non è riuscito a riportare la situazione alla normalità: cosa a cui provvederanno gli agenti della Polfer, intervenuti una volta che il treno è arrivato in stazione.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza