Roma, tragedia al San Filippo Neri: fuma a letto, paziente muore tra le fiamme

venerdì 25 gennaio 11:32 - di Aldo Garcon

Tragedia all’ospedale San Filippo Neri di Roma. Un uomo, di sessant’anni, malato terminale in ossigenoterapia, è morto avvolto dalle fiamme nel suo letto d’ospedale. Era da poco passata la mezzanotte quando  la vittima è stata investita dalle fiamme mentre stava fumando una sigaretta nel letto del reparto di ossigenoterapia, al piano terra dell’edificio del San Filippo Neri di via Giovanni Martinotti. Sul posto è intervenuta la polizia. Sull’accaduto stanno indagando gli agenti della polizia scientifica della Questura di Roma sopraggiunti sul luogo dell’incidente.  Secondo le prime indagini non è escluso che la morte sia avvenuta per cause naturali mentre l’uomo fumava e che a quel punto sia caduta la sigaretta che ha causato le fiamme. Sul corpo sono state trovate solo delle bruciature. Il rogo è stato spento immediatamente.

Incendio al san Filippo Neri, il precedente

L’incendio al San Filippo Neri non è l’unico caso che si è verificato nella Capitale. Un altro caso analogo risale all’11 novembre dell’anno scorso all’interno dell’ospedale Villa San Pietro Fatebenefratelli. Il rogo si era sviluppato velocemente alle prime ore dell’alba in seguito ad un corto circuito a carico dell’impianto elettrico. Grazie all’immediata evacuazione dei pazienti ricoverati non ci fu nessuno ferito o morto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza