Reddito di cittadinanza, Gasparri: «Il M5S seppellisce gli italiani sotto una valanga di bugie»

venerdì 25 gennaio 12:12 - di redazione
anci

«Affrontare i temi della povertà è un dovere di tutti. Prendere in giro chi vive in condizione di disagio è una pratica ignobile soprattutto di alcuni settori dell’attuale governo. Dalle relazioni si apprende che il numero delle persone che potranno beneficiare del reddito di cittadinanza diminuisce sempre di più. Avevano parlato di sei milioni di assegni, poi è diventata una platea di sei milioni di persone con un milione settecentomila assegni». Maurizio Gasparri torna a smontare il reddito di cittadinanza partorito dalle menti grilline. «Ora – spiega il senatore di Forza Italia – l’area si riduce a circa tre milioni di persone e il valore medio degli assegni del reddito di cittadinanza da 780 euro scende a 500 euro. Ma sarà ancora peggio. Tra l’altro il 15% di queste posizioni riguarderanno stranieri. In partica in Italia stanno aumentando le tasse agli italiani per regalare soldi agli stranieri. I problemi del disagio sociale e della povertà devono essere affrontati ma non possono essere oggetto di campagne ingannevoli».

I grillini – prosegue il senatore azzurro – hanno mentito clamorosamente. «Sono talmente bugiardi che perfino sui social e nella loro propaganda usano, a corredo delle loro affermazioni sul reddito di cittadinanza, foto rubate a spot pubblicitari commerciali. Sono falsi anche nei dettagli della comunicazione. L’operazione del reddito di cittadinanza si sta risolvendo in un grande inganno. E dobbiamo ancora vedere alla prova le procedure complesse e barocche per ottenere questo sussidio. Il numero delle persone si è ridotto a un decimo, il valore dell’assegno si dimezza, gli stranieri avranno soldi e battono le mani contenti, gli italiani poveri sono stati sepolti da una montagna di bugie grilline».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza