E lo storico marxista Hobsbawm si infuriò con Le Carré: «Hai dato il mio nome a una spia»

lunedì 7 gennaio 17:04 - di Redazione

“Ma come diavolo le è venuto in mente un nome del genere? È uno scherzo esoterico, un’associazione dell’inconscio o che cos’altro?” Così fortemente risentito lo storico britannico Eric Hobsbawm, noto  studioso marxista del Novecento inglese, morto all’età di 95 anni nel 2012, autore del fortunato saggio Il secolo breve  rimproverò – per aver utilizzando un cognome pressochè simile al suo in un romanzo – lo scrittore John Le Carré, 87 anni, il maestro inglese del romanzo di spionaggio.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza