Napoli, falso rischio di meningite: la Asl denuncia l’autore della fake news

giovedì 10 gennaio 15:25 - di Redazione

L’Asl Napoli 2 Nord denuncerà per procurato allarme l’autore di un messaggio audio diffuso tramite Whatsapp nel quale si invitava a non recarsi all’ospedale di Frattamaggiore per un presunto rischio di contagio dovuto a un caso di meningite. Nell’audio del messaggio Whatsapp si ipotizzava addirittura la chiusura dell’ospedale. «Il caso di infezione da meningite – fa sapere la Asl Napoli 2 – un ragazzo di 16 anni dell’hinterland napoletano, è stato effettivamente trattato dal pronto soccorso del San Giovanni di Dio nella notte del 9 gennaio per poi essere trasferito poche ore dopo all’ospedale Cotugno di Napoli. Già le prime evidenze cliniche e gli esami di laboratorio avevano spinto i sanitari a diagnosticare un caso di infezione meningococcica e ad avviare, come da prassi, le procedure di prevenzione dell’infezione: profilassi antibiotica per sanitari e familiari e contatti più stretti, adozione di mascherine per il personale in servizio, sostituzione dei filtri dei condizionatori».

Meningite di tipo non infettivo

Tuttavia, nella giornata di ieri, dall’ospedale di Napoli è arrivata la notizia che si trattava di una meningite di tipo non infettivo che può colpire i soggetti che si trovano in una condizione di deficit immunitario. Nel messaggio diffuso via Whatsapp si sente la voce di un ragazzo che dice: «Non andate all’ospedale di Frattamaggiore

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza