Musica in lutto: è morta Pegi, ex moglie di Neil Young. Una vita tra musica e dolore (video)

giovedì 3 gennaio 11:06 - di Massimo Baiocchi

La cantautrice e musicista statunitense Pegi Morton Young, ex moglie del cantautore canadese Neil Young, con cui è stata legata sentimentalmente per quasi un quarantennio, è morta nella sua casa in California all’età di 66 anni dopo una lunga battaglia contro un tumore. La notizia della scomparsa, avvenuta il giorno di Capodanno, è stata pubblicata sui profili social dell’artista nota per il suo impegno filantropico soprattutto in favore dei bambini disabili: «Pegi Young – madre, nonna, sorella, zia, musicista, attivista e co-fondatrice del Bridge School – è deceduta circondata dagli amici e dalla famiglia nella sua terra natale, la California». Dopo 36 anni di matrimonio, Young ha divorziato dalla moglie nel 2014, dopo aver avviato una nuova relazione con l’attrice e regista Daryl Hannah. Pegi Young debuttò come cantante nel 1983, componente della band The Pinkettes, esibendosi come vocalist nei tour di Neil Young. La sua carriera di solista, con l’aiuto del marito, risale tuttavia nel 2007 e da allora ha inciso cinque cd.

Pegi, quell’impegno misto al dolore

Pegi Morton (questo il suo nome all’anagrafe) divenne la moglie di Neil Young dopo che il cantautore divorziò dall’attrice Carrie Snodgrass (madre del figlio Zeke) e ha vissuto per quasi 40 anni nello stesso ranch della California del nord, a San Mateo, che ispirò il tema di Old Man. Dalla loro unione sono nati i due figli, Amber e Ben, quest’ultimo affetto da displasia celebrale come Zeke. All’inizio degli anni ’80 la coppia si sottopose a un training di 18 mesi per imparare a comunicare meglio con l’handicap dei figli. Nel 1985 Pegi creò un’associazione umanitaria a favore dei disabili e organizzò il Bridge School Benefit Concert che per alcuni anni ha ospitato le performance acustiche di star come Davie Bowie, Tom Petty, Rem e Red Hot Chili Peppers. »Scrivo canzoni e poesie sin dai tempi del college ma non ho mai trovato il tempo per registrarle perché non rientravano nelle priorità della mia vita», confidò Pegi in un’intervista del 2007, anno del suo cd di debutto che porta il suo stesso nome con sei brani originali e alcune cover supportate in studio da Ben Keith, Anthony Crawford, Spooner Oldham, Rick Rosas, Karl T. Himmell e lo stesso Neil Young che canta, suona la chitarra, l’armonica e il sitar elettrico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza