Meloni: la missione Sophia? Serve solo a portare da noi tutti i migranti con le navi di mezza Europa (video)

mercoledì 23 gennaio 17:49 - di Redazione

“Con la missione Sophia le navi di mezza Europa sono state usate per portare tutti i migranti in Italia e oggi che abbiamo chiuso i porti non è ben chiaro cosa stiano facendo queste imbarcazioni nel Mediterraneo. La posizione di Fratelli d’Italia è sempre la stessa: chiediamo una missione europea per produrre un blocco navale al largo delle coste della Libia, un accordo coi governi libici, non far partire i barconi, aprire in Africa gli hotspot per valutare chi ha diritto a essere rifugiato e distribuire solo i rifugiati in tutti i 27 paesi dell’Unione Europea. È l’unica cosa seria da fare e non capisco perché il governo non la voglia fare”, così al Tg3, il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha fatto il punto sulla missione di contrasto al traffico di esseri umani dalla quale la Germania ha deciso di sfilarsi.

Salvini: la missione non ha senso se non cambiano le regole

Se la Merkel esce da Sophia per Matteo Salvini non è un problema. “E’ una missione nata per contrastare l’immigrazione clandestina che negli anni ha portato, su 43mila immigrati raccolti, 43mila immigrati in Italia”, ha detto. “Renzi sottoscrisse questo accordo non so in cambio di che cosa, ma o cambiano le regole e tutti fanno la loro parte, o una missione internazionale che scarica tutti in Italia non ha senso”.

Il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi ha a sua volta chiarito che “l’Italia on ha mai chiesto la chiusura di Sophia. Ha chiesto che siano cambiate, in rigorosa e doverosa coerenza con le conclusioni del Consiglio Europeo di giugno 2018, le regole relative agli sbarchi delle persone salvate in mare”. Gli accordi dell’aprile 2015, si legge in una nota della Farnesina, prevedono che siano sbarcate sempre in Italia, mentre il Consiglio Europeo del giugno scorso ha esortato gli Stati Ue alla piena condivisione di tutti gli oneri relativi ai migranti.

Le ragioni per cui la Germania ha sospeso la partecipazione alla missione sono state spiegate dal ministro della Difesa tedesco, Ursula Von der Leyen: “Per tre quarti dell’anno il comando italiano ha mandato la nostra marina negli angoli più remoti del Mediterraneo, dove non ci sono rotte di trafficanti e nessuna rotta di migranti, per cui per mesi la Marina non ha avuto alcun compito sensibile”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giovanni vuolo 24 gennaio 2019

    Non mi sono strappato i capelli all’annuncio della Merkel di volersi ritirare. Peccato che poi, riflettendo sul fatto che forse avrebbe fatto un favore all’Italia, ci abbia ripensato.

  • Carlo Cervini 24 gennaio 2019

    Ben detto, sotto i governi comunisti l’Italia è diventata la pattumiera d’Europa e l’Abissinia di Francia e Germania è l’ora di dire basta e bloccare in Libia, Tunisia e Algeria gli imbarchi.

  • In evidenza

    contatore di accessi