Lo straniero sembra in difficoltà, 18enne si ferma per aiutarlo: lui la picchia e tenta di stuprarla

mercoledì 2 gennaio 10:42 - di Chiara Volpi

Alla vista di un giovane straniero seminudo che le era sembrato gravemente in difficoltà, la 18enne riminese non ci ha pensato su due volte prima di intervenire e, noncurante del fatto che fossero le due di notte e che la persona che aveva deciso di soccorrere mostrava evidenti segni di squilibrio, la ragazza ferma l’auto e scende per aiutare quello che si rivelerà poi il suo aggressore…

Rimini, 18enne si ferma per aiutare uno straniero in difficoltà: lui prova a violentarla

Dunque, nonostante la scena invitasse più a svignarsela che a fermarsi; malgrado fosse davvero tardi; in deroga a buon senso e a raccomandazioni e noncurante di quello che la cronaca denunci ormai all’ordine del giorno, la generosa 18enne in questione, alla vista dell’uomo che si sbracciava e si agitava e che lei ha dedotto stesse chiedendo aiuto, ha fermato l’auto e spento il motore. A quel punto l’uomo, un 35enne straniero, seminudo e in evidente stato di agitazione, si è avvicinato alla imprudente 18enne e, dopo averla trascinata con la forza fuori dalla vettura, le si è scaraventato contro. A quel punto, per nulla indotto a recedere da quelle che si riveleranno presto delle cattive intenzioni dalla dimostrazione di solidarietà appena resa dalla ragazza, lo straniero ha pensato bene di rispondere mettendole subito le mani addosso, provando a spogliarla e a stuprarla. Non solo: stando a quanto resoconta il sito de Il Giornale che all’episodio accaduto nel Riminese dedica ampio spazio, l’uomo non pago di aver terrorizzato la giovane avendola trascinata a forza fuori dall’automobile, l’ha picchiata e ha tentato di strapparle furiosamente i vestiti di dosso per violentarla.

All’arrivo dei carabinieri lo straniero aggredisce anche loro

Fortunatamente, nonostante l’ora tarda, le urla della ragazza hanno richiamato l’attenzione di alcuni passanti che, intuita la gravità della situazione, hanno immediatamente avvertito i carabinieri. Al loro arrivo, però, l’aggressore straniero non ha fatto altro che mollare la presa sulla 18enne per scagliarsi contro i militari che, per riuscire a sedarlo e a neutralizzarne la minaccia, dopo un breve inseguimento, sono dovuti ricorrere allo spray al peperoncino per riuscire a contenerlo e ad arrestarlo. Ora il malvivente dovrà rispondere delle accuse di violenza sessuale, lesioni, danneggiamento e resistenza. La vittima dell’aggressione, invece, è stata diagnostica una prognosi di due settimane per guarire dalle ferite dovute ai colpi subiti.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza