La croce all’interno della mezzaluna: Bergoglio fa infuriare i tradizionalisti

giovedì 17 gennaio 14:55 - di Redazione
bergoglio padre nostro

Papa Bergoglio, alla fine del prossimo marzo, si recherà in Marocco, dove avrà modo d’incontrare il re Mohammed VI. Bergoglio prosegue così. attraverso visite internazionali extraeuropee, nella promozione di una “Chiesa in uscita”, centrata sul dialogo interreligioso e sul contatto diretto con le periferie del mondo. Sempre che il Marocco possa essere considerata una di queste.

Il discusso simbolo

Ma a far discutere, specie tra le frange più conservatrici (qualcuno direbbe “tradizionaliste”), è il simbolo selezionato per il ventiseiesimo viaggio apostolico del pontefice della Chiesa cattolica: una croce posizionata all’interno di un’altra immagine religiosa: la mezzaluna musulmana. Qualcuno ha osato evidenziare la differenza di grandezza che intercorre tra le due: troppo piccola – sostengono – la croce di Cristo, troppo risaltata – di rimando – la mezzaluna islamica. Quasi come se il vescovo di Roma e le gerarchie vaticane avessero avallato una sorta di subordinazione. Quasi, ancora, come se la Santa Sede, a questo giro, si considerasse ospite in casa altrui.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mondino gianfranco 20 gennaio 2019

    l’italia nella sua storia ha attraversato ogni complotto e tradimento , io non sono credente ma il cedere l’italia all’islam solo perche lo vuole un papa … questo no , anche solo nel rispetto ai nostri eroi , morti in difesa del territorio e della nostra libertà …

  • luca 19 gennaio 2019

    E basta con gli attacchi a Papa Francesco da parte di questi conservatori! Ogni cosa è buona da dargli contro.

  • Laura Prosperini 18 gennaio 2019

    non è certo questo il modo di dare un messaggio, un’indicazione, un’esempio o semplici consigli per una vita alternativa a quella meschina che vede la quantità (di denaro, di potere, etc.etc) flettere per frantumare ogni valore tradizionale al quale noi Cattolici siamo affezionati, non vogliamo imbonirci il mondo Islamico, il nosro destino è altro, è quesllo di fare noi proselitismo e convertire gli altri e non il contrario…

  • leila froglia 18 gennaio 2019

    NON E’ QUESTIONE DI TRADIZIONALISTI. SIAMO CRISTIANI, E LA NOSTRA RELIGIONE VA RISPETTATA. I MUSULMANI VOGLIONO RISPETTO? COMINCINO A RISPETTARE GLI ALTRI. INUTILE CERCARE DI “INTEGRARE ” LE RELIGIONI. QUESTO NON E’ IL MIO PAPA CRISTIANO

  • MAURO LA SPISA 18 gennaio 2019

    Speranza cristiana nell’Islam è stata la meditazione teologica di p.Paolo Dall’Oglio. Chi si scandalizza si mostra fermo alla religiosità liturgica quando sia nel Corano che nei Vangeli è l’attesa profetica a primeggiare.D’altronde che Papa Bergoglio stia cristianizzando il cattolicesimo non sfugge ai meno distratti.Qualcuno ha paura di perdere l’identità ma il primo a perderla non è stato forse quel Gesù che molti continuano a identificare con quello dei santini?

  • Giuseppe Tolu 17 gennaio 2019

    Perché non la mezza luna vicino alla croce!?!?! Occio Francesco, mi sa che tu stia portando questa chiesa al capolinea, se non è già arrivata!

  • babbone 17 gennaio 2019

    Ha perso ilo cervello, le chiese si sono svuotate e ancora chiacchiera.

  • In evidenza