Giorno del Ricordo, vergogna Raggi: sarà l’Anpi a parlare delle Foibe nelle scuole romane

martedì 22 gennaio 18:19 - di Corrado Vitale

Non è bastato  aver bloccato l’intitolazione di una via di Roma a GIorgio Almirante né è bastato  aver “sfrattato” FdI dalla storica sede di  Colle Oppio, né, ancora, è bastatoi aver negato i locali  all’associazione che ricorda il sacrificio dei  fratelli Mattei a Primavalle:  una nuova, meschina provocazione contro la destra  arriva ora dal sindaco di Roma Virginia Raggi, Saranno infatti gli i partigiani dell’Anpi a raccontare ai ragazzi romani la  delle Foibe nel corso del  prossimo Giorno del Ricordo del 10 febbraio..Nessuno, neanche i sindacii di Roma targati sinistra evrebbero mai pensato una provocazione così vergognosa. Ma tant’è: è proprio quelli che ha deciso il Campodoglio.   L’associazione dei Giuliano-dalmati a Roma non ci sta e scrive  una furiosa lettaera alla Raggi

La denuncia dei giuliano-dalmati

«Il Comune di Roma ha dato il permesso all’Anpi di divulgare presso le scuole di secondo grado l’iniziativa ‘Italia e Jugoslavia nella seconda guerra mondiale», osserva il presidente  Oliviero Zoia. «In questo modo si sposta di 180 gradi quello che è realmente accaduto in quelle terre martoriate nel dopoguerra alla popolazione civile tra foibe e conseguente esodo di 350.000 italiani, dimenticando completamente la collaborazione (documentata) tra partigiani della Brigata Garibaldi e partigiani titini», prosegue.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • MICHELE RICCIARDI 23 gennaio 2019

    23 Gennaio 2019 — Perchè, quando c è un problema grande, per affrontarlo e risolverlo nel migliore dei modi, non si vuole fare: FUORI LE IDEE E VINCA LA MIGLIORE. Per me è così: perchè abbiamo tutti la verità in tasca, siamo tutti i primi della classe, nessuno vuole scendere dal piedistallo, nessuno è disposto a dire: mi sono sbagliato hai ragione tu,… insomma siamo diventati degli esseri… Per esempio, se si sarebbe fatto cosi per aiutare i bisognosi, avrebbe vinto il reddito di cittadinanza? Sicuramente no. Se così non è, fuori le idee e vinca la migliore!

  • Luciano Vignati 22 gennaio 2019

    Se il movimento 5 stelle sta perdendo voti (e parecchi) un motivo esiste. Anzi i motivi sono tanti e il comportamento di molti loro esponenti presuppone che di voti ne perderanno altri. Meglio così per il centro destra (escluso F.I.)

  • In evidenza